Salute e Green
Asti

Confartigianato: «Con le norme
di etichettatura si può scegliere»

Stampa Home
Articolo pubblicato il 31/10/2015 alle ore 07:00.
Confartigianato: «Con le norme<br/>di etichettatura si può scegliere»
Per Confartigianato Asti questo allarme non può e non deve toccare l'Italia che conta 42 marchi fra Dop, Igp e Stg di carni e insaccati e ognuno di questi deriva da un rispetto severo di disciplinari di tutela della lavorazione e della provenienza delle materie prime. «Per difendere la propria salute - sottolinea l'associazione di categoria che in tutta Italia rappresenta 2400 aziende artigiane del settore con 12 mila addetti - bisogna sapere e scegliere bene cosa si mangia. Oltre alla tradizione di lavorazione delle carni tutta italiana che si basa su metodi di conservazione e produzione naturali, le nuove norme sull'etichettatura forniscono ampie garanzie al consumatore che è messo nelle condizioni di acquistare in sicurezza insaccati, salumi e carne rossa lavorata in modo corretto».

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport