Ricette e Cucine
Villanova e San Damiano
tutti i comuni

“Cappello da prete” in lunga cottura,
il suo ristretto al vino Barbera invecchiata

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16/12/2015 alle ore 18:00.
cappello-da-prete-in-lunga-cotturabril-suo-ristretto-al-vino-barbera-invecchiata-56e6c038cf3302.jpg
“Cappello da prete” in lunga cottura, il suo ristretto al vino Barbera invecchiata
Una portata che necessita di una lunga preparazione, di sicuro effetto sulla vostra tavola. Ecco la ricetta secondo i cuochi del Ristorante Vittoria di Tigliole.

Ingredienti per 6 persone
1 kg di arrosto detto “cappello del prete”
olio, burro, sale, pepe
1 rametto di rosmarino
6 foglie di alloro
1 gambo di sedano
1 cipolla, 2 carote, salvia, timo
maggiorana, ginepro
2 lt di Barbera invecchiata

Preparazione
Dividere in lunghezza l’arrosto in modo che ne escano due parti. Legarle con lo spago e metterle in infusione con il vino e tutti i gusti per una notte. Il giorno seguente mettere il tutto a cuocere a fuoco lento per circa cinque ore. A cottura terminata tagliare la carne in piccoli medaglioni, filtrare il sugo di cottura e restringerlo. Disporre il medaglione nel piatto da portata, ricoprirlo con il suo ristretto e accompagnarlo con polenta e peperonata.

Vittoria
Via Roma, 14
Tigliole (AT)
Tel. 0141/667713
info@ristorantevittoria.it
www.ristorantevittoria.it

Cronaca

  • Slot spente vicino a scuole e chiese

    22-11-2017
    Stando alla norma, non potranno essere operative le macchinette che rientrano in un raggio di 500 metri da un luogo “sensibile” (come scuole,...
  • Dopo 75 anni scopre il nome della madre

    22-11-2017
    Come per questa ricerca, partita solo qualche anno fa grazie all'entusiasmo e alla determinazione di Cristina, in cui ha fatto capolino una foto di classe,...

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport

  • Addio a "Ughetto" Perosino

    21-11-2017
    Personaggio amato da tutti in città, sportivi e non, era un ex dipendente comunale, negli anni aveva svolto il ruolo di bagnino 
  • Crollo Nazionale i mali e la cura

    15-11-2017
    Ora che la batosta è arrivata chissà se avremo il coraggio di voltare pagina, lavorare su un'identità precisa rinunciando alle cariatidi...