Attualità
News
Canelli e sud

Bubbio, pista attrezzata per l'elisoccorso notturno

Sfrutta l’impianto di illuminazione già presente nel campo sportivo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 27/03/2016 alle ore 07:13.
Bubbio, pista attrezzata per l'elisoccorso notturno 3
Bubbio, pista attrezzata per l'elisoccorso notturno 3

I comuni della Langa astigiana avranno una pista attrezzata per l’elisoccorso notturno. L’inaugurazione ufficiale della pista, situata a Bubbio, era prevista per martedì 29 marzo alle 20 ma, a causa delle previsioni meteo avverse, è stata posticipata a data da destinarsi. In ogni caso si terrà a breve e sempre in orario perché con l’occasione è stato programmato un volo di collaudo di un’eliambulanza del 118 proveniente dalle Molinette di Torino e, salvo imprevisti dell’ultimo minuto, a bordo oltre al pilota ci sarà un ospite di primo piano: il Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino.

La pista è stata realizzata su indicazione del Piano regionale sanitario del Piemonte dall’Amministrazione comunale di Bubbio e servirà per ricevere le eliambulanze chiamate per le emergenze sanitarie della valle. Il progetto partito a giugno 2015, prevedeva il recupero e la messa in sicurezza dell’area del campo sportivo “Arturo Santi” con il potenziamento dell’impianto di illuminazione e la rimozione delle recinzioni per un’area di atterraggio di 50 metri di larghezza e 100 metri di lunghezza. Un intervento importante, che come spiega il primo cittadino Stefano Reggio «difficilmente sarebbe stato alla portata di un piccolo comune come Bubbio». All’anagrafe si contano poco più di 900 abitanti.

I costi, infatti, per la realizzazione della pista per il volo notturno notturno si aggirano intorno ai 100 mila euro. Sfruttando l’impianto di illuminazione già presente nel campo sportivo l’amministrazione comunale è però riuscita ad abbattere sensibilmente le spese, spendendo grazie ad un avanzo di amministrazione, “solo” 50 mila euro. Fondi che sono serviti per la creazione della piattaforma in calcestruzzo normale e bituminoso dal diametro di 27 metri segnalata con una linea orizzontale bianca e gli interventi per l’interramento delle linee elettriche esistenti nel raggio di 200 metri e il potenziamento dell’illuminazione permanente a luci led, indispensabili per la visione notturna da parte del pilota.

«Questa è un’opera importante che con il ricollocamento del distretto Asl At di Bubbio e la realizzazione di un centro protetto per gli anziani darà una risposta sanitaria importante al territorio della Valle Bormida Astigiana», ha commentato il sindaco Stefano Reggio. I voli notturni diretti in Langa partiranno e rientreranno dall’ Ospedale Molinette di Torino mentre i diurni dalle sedi operative HEMS del territorio regionale.

Lucia Pignari

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport