Sport
Asti

Bene Asti e S.Domenico, cade il Canelli
Il Colline Alfieri celebra il primato

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11/10/2015 alle ore 17:57.
bene-asti-e-sdomenico-cade-il-canellibril-colline-alfieri-celebra-il-primato-56e6a895d81292.jpg
Diego De Souza
Emozioni infinite e successo meritato in Eccellenza per il San Domenico, che contro la Virtus Mondovì esprime un bel calcio ma non riesce a chiudere la gara, rischiando la clamorosa beffa nel finale. Gli uomini copertina del successo interno sono il brasiliano De Souza, autore della doppietta decisiva, e il portiere Corradino, che in pieno recupero ha neutralizzato un calcio di rigore.
In cronaca, al 5’ De Souza lancia nello spazio Merlano, il cui tiro viene neutralizzato dall’ottimo Sibilla. Passano 2’ e Corradino deve metterci una pezza, uscendo a valanga sugli attaccanti ospiti dopo un’azione convulsa al limite dell’area. Poco prima del quarto d’ora, prima Bissacco, poi De Souza, impegnano severamente il portiere avversario, che tuttavia mantiene immacolato lo score. Nemmeno un giro d’orologio più tardi, è Merlano, su cross di Pia, a battere di testa a colpo sicuro, trovando la deviazione di un difensore in angolo. Poco prima della mezz’ora un episodio decisivo della sfida: Del Bergiolo entra in maniera scomposta su Mazza all’altezza della bandierina e viene espulso: sulla punizione successiva sbuca la testa di De Souza che insacca l’1-0 astigiano. Il match pare in discesa, ma l’under Rosa, già ammonito, subisce il secondo giallo per un intervento in mediana, lasciando così anche i suoi in dieci. A rendersi pericoloso prima del cambio di campo è però ancora il “Sando” con Mazza, che batte in diagonale trovando la respinta di piede di Sibilla. La ripresa pare un monologo gialloverde: al 12’ De Souza si mette in proprio, salta due avversari in mezzo al campo e in velocità batte a tu per tu il numero uno avversario per il raddoppio. Match chiuso? Nient’affatto, perché, dopo una serie di rimpalli, Salomone accorcia le distanze e rende “pepato” il finale. In contropiede i padroni di casa sciupano parecchio e vanno più volte vicini al tris, in pieno recupero, però, Capo cade in area e l’arbitro concede il rigore agli ospiti. Sul dischetto va lo stesso numero 11, ma Corradino dice di no e sancisce il successo gialloverde. Un gradito regalo per il presidente Scavino, che ha festeggiato il compleanno nei giorni scorsi.

In Promozione il Colline Alfieri batte 2 a 1 il Rapid Torino e festeggia il primato, terza gioia consecutiva per l'Asti che batte 4 a 2 il fanalino di coca CBS (reti di El Harti, 2 Perrone, Lorenzo Rossi). Il Canelli cede in casa al Vanchiglia 1-2, mentre la Santostefanese impatta 2-2 in rimonta con l'Atletico Torino.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport