Cronaca
Asti

Barboncino lasciato solo, salvato dalla forestale

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20/07/2016 alle ore 06:58.
Barboncino lasciato solo, salvato dalla forestale 3
Il barboncino ora affidato a un canile astigiano

Si trova in buone condizioni di salute, affidato alle cure di un’idonea struttura, il cagnolino sottoposto a sequestro giudiziario alla fine del mese di giugno dalla Forestale di Canelli. Lo avevano trovato all’interno di un appartamento a Cessole, in solitudine e in condizioni che hanno suscitato preoccupazione e fatto scattare il sequestro.

Gli agenti sono entrati nell’alloggio insieme ai veterinari dell’Asl di Asti: «Il barboncino guaiva incessantemente dal balcone e, al momento dell’accertamento non aveva a disposizione né cibo né acqua - viene spiegato dal comando provinciale della Forestale - I veterinari hanno riscontrato sul barboncino già condizioni di disidratazione tanto che, quando gli veniva offerta una ciotola con l’acqua, la esauriva in pochissimo tempo».

In questi giorni la Forestale si è recata a far visita al cane presso la struttura, per verificare le sue condizioni, «decisamente migliorate, sia in termini di igiene che di nutrizione».

Gattini abbandonati nei cassonetti ritrovati da bambini che giocano

E’ finita bene l’avventura di due gattine, sorelle, che hanno trovato sulla loro strada un gruppo di amichetti sensibili e amanti degli animali. E’ accaduto qualche giorno fa a Montegrosso quando un bambino, mentre giocava con i compagni, ha sentito provenire dei miagolii da un cassonetto per la raccolta stradale dei rifiuti. Si è affacciato e dentro ha notato un sacchetto di plastica che si muoveva. In realtà a muoversi erano le due cucciole di gattino che erano state crudelmente abbandonate così, nei giorni di massima calura.

Il bambino con gli amici ha subito recuperato le gattine e le ha portate a casa dove la madra si è presa cura delle due bestiole rifocillandole e dando loro da bere. Poi ha chiesto l’intervento delle Guardie Enpa che hanno preso in carico le sorelline pelose e, nonostante le loro condizioni fossero già abbastanza critiche, sono riuscite ad alleviare le loro sofferenze. Ora le due gattine cercano una nuova casa e una famiglia che non scelga l’abbandono come soluzione per disfarsi di loro. Si possono adottare anche separatamente. 

Le Guardie Enpa ricordano ai padroni di cani e gatti che, in caso si trovino in difficoltà a continuare ad occuparsi dei loro animali, possono contattare l’Enpa che si preoccuperà di trovare soluzioni e sistemazioni idonee alle bestioline. Un caso analogo risale a qualche giorno prima, quando una cucciolata di cani era stata salvata appena in tempo dall’annegamento in Tanaro dove erano stati buttati dentro uno scatolone di cartone.

Per ulteriori info e disponibilità all’adozione contattare il numero 388/4313906.

Tags: animali,corpo forestale dello stato

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport