Economia e lavoro
Villanova e San Damiano
tutti i comuni

Avviata la "cassa" alla B-Cube
Preoccupazione tra i sindacati

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16/10/2015 alle ore 07:00.
avviata-la-quotcassaquot-alla-b-cubebrpreoccupazione-tra-i-sindacati-56e6a8daedc0e2.jpg
Il sito produttivo della B-Cube di Villanova d'Asti
Un secondo periodo di cassa integrazione ordinaria mette in allarme i lavoratori del Gruppo B-Cube di Villanova, multinazionale del settore logistica e trasporti. Dopo sei settimane di cassa integrazione ordinaria tra aprile e maggio, infatti, dallo scorso 5 ottobre l’azienda ha nuovamente fatto ricorso all’ammortizzatore sociale per un periodo di otto settimane, che interesserà fino a 120 dipendenti sul totale di circa 400. «Siamo preoccupati per il futuro dell’azienda, per una possibile e ulteriore riduzione di attività, già annunciata la primavera scorsa, e per una probabile contrazione dei posti di lavoro», fanno sapere le RSU e le segreterie provinciali Fit-Cisl e Filt-Cgil di Asti in una nota unitaria. «Chiediamo un incontro urgente presso l’Unione Industriale di Asti per entrare nel merito delle problematiche e auspichiamo un intervento dell’Amministrazione Comunale di Villanova che già in passato, aveva positivamente preso parte alla risoluzione dei problemi». «Sei mesi fa l’azienda aveva espresso la volontà di accorpare i reparti e procedere alla terziarizzazione di alcuni settori, senza però entrare nel dettaglio – aggiunge Nicolò Antonio, RSU Filt-Cgil – Ora chiediamo chiarezza».

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport