Cronaca
Villanova e San Damiano

Arrestato dai carabinieri per una rapina in banca

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21/07/2017 alle ore 09:47.
Arrestato dai carabinieri per una rapina in banca 3
Uno dei frame della rapina in banca divulgato dai carabinieri

È stato necessario quasi un anno di indagini, ma alla fine anche il secondo presunto rapinatore è stato arrestato.

Verso l’orario di chiusura del 14 aprile 2016, due malviventi entravano nella filiale di Castelnuovo Don Bosco della Cassa di Risparmio di Asti armati di coltello e spranga, costringendo, sotto la minaccia di quelle armi, i dipendenti ed i clienti ad assecondare le loro richieste, riuscendo a dileguarsi con un bottino di circa 10.000 euro.

Le indagini, immediatamente avviate dai carabinieri di Villanova d’Asti e Castelnuovo Don Bosco, hanno consentito inizialmente di identificare un primo rapinatore seriale, tratto successivamente in arresto dai carabinieri di Chieri nella flagranza di commettere un’ulteriore rapina ai danni di una farmacia ad Andezeno (TO) e che tuttavia si è sempre rifiutato di fornire agli inquirenti le generalità del suo complice per la rapina di Castelnuovo Don Bosco.

Gli investigatori hanno pertanto proseguito in un’articolata attività d’indagine che ha permesso di giungere all’individuazione dell’ignoto complice. Infatti, considerati i numerosi precedenti penali del primo rapinatore fermato, si è proceduto all’analisi dei profili di molteplici pregiudicati con i quali lo stesso era venuto a contatto durante le  pregresse “esperienze” in carcere.

Tale strategia investigativa è risultata vincente, tanto è vero che il presunto complice della rapina di Castelnuovo Don Bosco è stato individuato in uno dei numerosi compagni di cella che il malvivente aveva conosciuto nei decenni già trascorsi in carcere per la commissione di analoghi reati.

È così che il G.I.P. di Asti, vagliati gli elementi probatori prodotti dal Sostituto Procuratore, dottoressa Giulia Marchetti che ha diretto le indagini condotte dai carabinieri di Villanova, ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del 34enne C.A., dominicano, residente nel Cuneese. All’atto dell’esecuzione dell’ordinanza è stato inoltre sequestrato, durante le attività di perquisizione, parte dell’abbigliamento indossato e utilizzato per eseguire il colpo alla C.R. Asti di Castelnuovo, nonché il porbabile coltello puntato alla schiena del cassiere durante la rapina.

Tags: carabinieri,castelnuovo don bosco,rapina in banca

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport