Palio
Asti

Approvate le modifiche al regolamento del Palio

Stampa Home
Articolo pubblicato il 06/08/2014 alle ore 07:00.
approvate-le-modifiche-al-regolamento-del-palio-56e68803ac7ed2.jpg
La seduta del Consiglio del Palio
Serata calda quella dello scorso venerdì al Consiglio del Palio, più per il clima "africano" della sala consigliare però che non per i temi trattati. All'ordine del giorno due argomenti: l'approvazione delle modifiche (precedentemente discusse) al regolamento del Palio e la nomina di un esperto storico della manifestazione quale consulente del Consiglio. Le variazioni al regolamento, lette in apertura di seduta da Silvana Ferraris, hanno portato ad un confronto costruttivo tra i Rettori e l'ex Capitano Vespa, che ha esposto argomentazioni in merito pertinenti e lungimiranti, soprattutto riguardo ad un possibile svuotamento delle competenze decisionali del Capitano.

Rapidamente le variazioni più significative: Magistrati e Cavalieri, ossia i componenti del Gruppo del Capitano, saranno chiamati durante l'annata paliesca ad intrattenere rapporti continui con i vari Comitati. Le loro cariche potranno essere revocate dal Consiglio.
Rioni, Borghi e Comuni: chi occupa una carica specifica all'interno di un qualsiasi Direttivo non potrà assumere competenze dello stesso tipo in altri Comitati. Fantini di riserva: il numero degli stessi passa da sei a dieci. Relativamente invece all'iscrizione dei fantini titolari che prenderanno parte alla corsa, dovranno essere iscritti alla presenza del segretario generale o di un pubblico ufficiale entro le 11,30 della mattina del sabato in Comune. Seguirà la cerimonia della segnatura ufficiale a cura del Collegio dei Rettori.

La bardatura del cavallo (art. 42) consisterà esclusivamente nell'imboccatura, nel paraombra nasale orizzontale e nelle redini. Mossiere: avrà maggiori facoltà di richiamo. Estrapoliamo dall'articolo 52: "In caso di grave indisciplina da parte di uno o più fantini è data facoltà al mossiere di richiamarli ad alta voce. Al secondo richiamo ufficiale il concorrente è spostato in posizione arretrata ed esterna rispetto all'allineamento. Il fantino richiamato per due volte [...] sarà squalificato per l'edizione successiva della corsa".

In caso di terzo richiamo la sanzione sarà immediata e il fantino dovrà scendere da cavallo ed essere sostituito da una riserva. Infine la variazione dell'articolo 64, riguardante il reclamo alle sanzioni attribuite dal Capitano e dal Magistrato del Palio. Andrà presentato non ai due organi menzionati, ma ad un Collegio costituito dal Sindaco, dall'assessore delegato al Palio (nuovamente il Sindaco) e dal dirigente del settore cultura, istituti culturali, manifestazioni e sport. Il reclamo dovrà pervenire al Collegio entro 10 giorni dalla decisione impugnata. La seduta si è chiusa con la nomina dello storico Gianluigi Bera quale esperto consulente del Consiglio del Palio. Sostituirà Elio Arleri.

Massimo Elia

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport