Cultura e Spettacoli
Asti

Andrea Cerrato racconta il suo “The Voice”

Il cantautore astigiano si appresta a entrare nella seconda fase del talent show televisivo e intanto ci parla dei suoi progetti

Stampa Home
Articolo pubblicato il 01/04/2016 alle ore 11:53.
Andrea Cerrato (foto Andrea Rizzolio)
Andrea Cerrato (foto Andrea Rizzolio)

Un paio di settimane fa Andrea Cerrato saliva sul palco di “The Voice Of Italy”, superava le “Blind audition” e entrava nel team di Max Pezzali. Con aprile inizia la seconda fase del programma di Rai2 (in onda il mercoledì), le “Battles”: gli artisti si sfidano a gruppi di tre sullo stesso brano e i coach scelgono il concorrente che passa il turno. Durante un’intervista a quattr’occhi il cantautore astigiano ci ha raccontato come vive questa avventura: «Mi sta arricchendo molto. Si tratta di un’esperienza soprattutto televisiva e umana, prima ancora che musicale, ma credo che sia proprio questo l’aspetto positivo da cogliere».

Il risultato più concreto del suo passaggio in prima serata è stata l’impennata di consensi registrata sulle piattaforme social, quasi quadruplicati i like su facebook, moltiplicati i follower di Twitter e le visualizzazioni YouTube. Un successo che non sta tuttavia modificando la vita e i piani, lavorativi e artistici, del Nostro: «Parallelamente a “The Voice” – confida – proseguo con il mio lavoro di grafico, con la scrittura e l’arrangiamento delle mie canzoni e, soprattutto, con l’autopromozione sui social network attraverso una serie di contenuti non solo musicali. “The Voice” – aggiunge – mi ha dato la possibilità di lavorare sulla mia presenza web in un modo nuovo: chi mi segue sui social potrà vedere un Andrea Cerrato che vive le cose oltre a scriverle».

Nell’era della comunicazione digitale anche la musica si adatta a schemi inediti: «L’idea – spiega l’astigiano – è di arrivare a fine anno con un album pronto per la pubblicazione, una sorta di raccolta di quanto fatto fino ad ora. Per gli artisti che ci hanno preceduti il percorso era il ciclico “disco, tour, pausa”, oggi ritengo più efficace una comunicazione continua con il pubblico, evitando periodi di silenzio troppo lunghi». Per i concerti, invece, bisognerà aspettare l’estate. Info www.andreacerrato.com

Luca Garrone

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport