Scuola media Brofferio - Martiri
#scuola.at

Allegro Cantabile

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20/12/2016 alle ore 09:18.
Allegro Cantabile 2
Allegro Cantabile

Arrivano ad Asti sei artisti per stupire oltre 600 ragazzi della scuola Martiri e Brofferio con giochi e musiche capaci di coinvolgere tutto il pubblico che, alla fine, non può che applaudire con gioia. Entrano più carichi di una batteria nuova, con l’entusiasmo e l’emozione di chi vuole trasmettere al pubblico, e ci riesce, l’importanza dei vari modi di far musica come: la polifonia, la confusione e la monodia.

È successo tutto in una giornata di novembre, per la precisione giovedì 24, presso il “teatro Giraudi” della cittadina astigiana. All’interno di questo particolare scenario, questi fantastici artisti, grazie ai loro strumenti e alle voci, sono stati capaci di trasformare, ciò che sembrava una semplice e noiosa attesa in un grande spettacolo contornato da mille colori.

È stato possibile “vedere” la polifonia ed “ascoltare” il movimento; il gruppo teatrale ha raccontato fra le note musicali storie antiche e ha reso gli spettatori complici e protagonisti di tutto il programma.

Draetta Riccardo e Russelli Andrea, classe 2 C della Scuola Secondaria di I grado A. Brofferio

Tags: scuola media brofferio martiri

Cronaca

  • Slot spente vicino a scuole e chiese

    22-11-2017
    Stando alla norma, non potranno essere operative le macchinette che rientrano in un raggio di 500 metri da un luogo “sensibile” (come scuole,...
  • Dopo 75 anni scopre il nome della madre

    22-11-2017
    Come per questa ricerca, partita solo qualche anno fa grazie all'entusiasmo e alla determinazione di Cristina, in cui ha fatto capolino una foto di classe,...

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport

  • Addio a "Ughetto" Perosino

    21-11-2017
    Personaggio amato da tutti in città, sportivi e non, era un ex dipendente comunale, negli anni aveva svolto il ruolo di bagnino 
  • Crollo Nazionale i mali e la cura

    15-11-2017
    Ora che la batosta è arrivata chissà se avremo il coraggio di voltare pagina, lavorare su un'identità precisa rinunciando alle cariatidi...