Palio
Asti

Abbiategrasso: vince Chiti
per il Gallo tra le polemiche

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16/06/2015 alle ore 17:45.
abbiategrasso-vince-chitibrper-il-gallo-tra-le-polemiche-56e6a0b11401d2.jpg
La caduta di "Voragine" (Gallo) durante il primo giro della corsa
La decisione più saggia sarebbe stata quella di non correre, viste le abbondanti precipitazioni cadute nel corso della giornata di domenica, ma gli organizzatori del Palio di San Pietro ad Abbiategrasso hanno deciso di far scendere ugualmente in pista le accoppiate per assegnare il "Cencio" 2015. Alla chiamata al canapo il fondo del percorso era tutto tranne che ottimale. In alcuni tratti ampie pozzanghere d'acqua rendevano problematico l'operato dei fantini, chiamati ad autentici miracoli per restare in groppa ai loro cavalli. Sei le Contrade a contendersi la vittoria nel Palio di Abbiategrasso: Gallo, fantino Alessandro Chiti, detto Voragine; Legnano, Giacomo Lo Manto; Nuova Primavera Cervia, Jacopo Pacini; Piattina, Simone Mereu; San Rocco, Massimo Donatini, detto Stoppa, e Sforza, che disponeva di Fabio Ferrero. Alla fine a trionfare è stata la Contrada Gallo, che montava il fantino più blasonato del lotto, Alessandro Chiti, già vincitore per gli stessi colori nell'edizione 2013. Una curiosità: i gialloblu, a partire dal 2007 con il fantino Franco Casu, detto Spirito, hanno sempre vinto negli anni dispari della manifestazione. A seguire, nel 2009, Casu infatti concesse il bis, mentre il 2011 vide imporsi Martin Ballesteros, detto Pampero.

L'anno scorso fu invece Giacomo Lo Manto a vincere col giubbetto della Contrada Sforza. La corsa di domenica è stata caratterizzata dalle cadute, poichè sia il cavallo della prima classificata (Gallo) che quello della seconda (Nuova Primavera Cervia) hanno tagliato il traguardo scossi. Sia Chiti che Pacini, i due fantini, erano caduti rispettivamente durante il primo ed il secondo giro. Terzo posto per San Rocco, che montava Massimo Donatini, e quarto per Legnano, con Giacomo Lo Manto. Il Palio di San Pietro era stato preceduto da alcune fasi piuttosto concitate, con una sospetta "combine" (ma siamo nel campo delle voci e delle illazioni) che avrebbe favorito la Contrada vincitrice. Sono volate parole grosse, pare anche qualcosina in più, tra sostenitori delle opposte fazioni. Si è reso necessario all'esterno del campo di gara l'intervento dei Carabinieri, poichè gli animi apparivano piuttosto surriscaldati.

Anche gli "animalisti" del Meta hanno manifestato contro il Palio, sottolineando la scarsa sicurezza e la scivolosità della pista a causa dell'abbondante pioggia caduta. Un'edizione travagliata quella del Palio di San Pietro 2015, nella quale Giacomo Lo Manto, uno dei due fantini astigiani al via (l'altro era Fabio Ferrero), non è riuscito a centrare il bis personale. La Contrada Legnano puntava forte su di lui per arginare lo strapotere di stampo senese: Chiti, Mereu, Donatini e Pacini. E' andata male, ma Giacomo si è battuto con la consueta caparbietà e determinazione.

Corse allo stadio rinviate a sabato prossimo
Dopo aver sperato fino all'ultimo di vedere la propria riunione di corse graziata da Giove Pluvio, Michele Mazzeo, organizzatore dell'evento, ha dovuto rassegnarsi e rinviare l'appuntamento di sette giorni. L'associazione "Over Rocchetta" intende riprovarci sabato prossimo, 20 giugno, sempre in orario serale (inizio alle 20,30). Ovviamente procrastinati i termini di iscrizione alla riunione: sarà possibile aderirvi fino al tardo pomeriggio di venerdì 19. I numeri da contattare sono i seguenti: 335-6951209 (Michele), oppure 349 -1774051 (Antonella). E' possibile perfezionare l'iscrizione anche via e-mail, all'indirizzo mazzeo.michele@alice.it Due i memorial in programma, uno intitolato a Lillo L'Annunziata ed un secondo a Piero Gambino. Saranno presenti ad Asti numerosi fantini di spicco del panorama paliesco nazionale.

Massimo Elia

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport