Cultura e Spettacoli
Moncalvo e nord
tutti i comuni
Costigliole e Valtiglione

Abbellimento siti Unesco,
la sfida è tutta astigiana

Stampa Home
Articolo pubblicato il 27/08/2015 alle ore 07:00.
abbellimento-siti-unescobrla-sfida-e-tutta-astigiana-56e6a583bb9f22.jpg
Nuovo look per lo spartitraffico all'ingresso di Grazzano
E' sfida tutta astigiana tra Grazzano e Montegrosso per il podio al progetto "Dopo l'Unesco, agisco!". Iniziativa varata dalla Regione Piemonte che ha come scopo la valorizzazione ed il recupero di aree ed edifici in quei paesi eletti a patrimonio dell'umanità. Interventi sia da parte del pubblico ma anche operati da privati che rendano più gradevole il paesaggio, quello promosso dall'Unesco. Classifica che si scala a colpi di voti appunto, di click, che tutti i cittadini possono effettuare collegandosi al sito www.ioagisco.it. Qui sono pubblicate le immagini del "prima" e del "dopo" del sito o dell'edificio oggetto dell'intervento a testimonianza di una cura ed attenzione del proprio territorio anche attraverso la semplice pulizia ambientale.

Dieci i progetti messi in vetrina da Montegrosso che ha finora raccolto 5512 punti. Esattamente la metà, cinque, quelli presentati da Grazzano che è attardato di quasi 2 mila punti (4151). Ma le colline aleramiche dimostrano grande attenzione all'iniziativa ed infatti all'ottava posizione c'è la vicina Casorzo (2579), che nel portale regionale mostra il solo progetto di recupero dell'ex scuola di piazza Verdi. Ma davanti, sesto, c'è l'altra astigiana Coazzolo (3501) con nona Incisa Scapaccino (2301) e Nizza (1521) a chiudere la "top ten". Davanti a tutti svettano le cuneesi La Morra (9485) con piazza d'onore per Castagnole delle Lanze (6665). Classifiche sono previste anche per cittadini, aziende e scuole. Nella pagina dedicata a Grazzano, grazie all'impegno della consigliere comunale Sofia Pressiani, si possono votare il restauro del Municipio ma anche dell'ex casa del fascio che da anni è la sede dell'ufficio postale. Ed ancora il recupero del cortiletto comunale invece è più recente il recupero del sagrato della chiesetta San Sebastiano così come la nuova aiuola spartitraffico, tra la provinciale e Madonna dei Monti abbellita con fiori e botti dall'azienda vitivinicola Sulin.

«Ai concittadini chiedo di votare il più bello, ma anche inserire qualche progetto che è stato da loro realizzato e merita attenzione», l'invito da parte della prima cittadina Rosaria Lunghi Bonino. Nella pagina dedicata a Montegrosso si è puntato su alcuni interventi al Palazzo civico nonché alla chiesetta Annunziata, a quella di San Giuseppe in frazione Boscogrande come all'area sportiva scolastica, all'intervento al torrente Tigliole ed al recupero del Monumento ai caduti.

Maurizio Sala

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport