Attualità
Nizza Monferrato
tutti i comuni

A Nizza chiude la sede del Pd
e arriva il commissario

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21/10/2015 alle ore 10:00.
a-nizza-chiude-la-sede-del-pdbre-arriva-il-commissario-56e6bc546ea7e2.jpg
Il sindaco di Nizza Monferrato Flavio Pesce
Il circolo del Partito Democratico di Nizza Monferrato non ha più una sede. Risulta infatti essere stata chiusa nel corso dell'estate appena conclusa. Ma, secondo il sindaco nicese Flavio Pesce, si tratta di un semplice passaggio organizzativo, che nulla avrebbe a che fare con quello che le malelingue additano come un crollo di "presenza democratica" sul territorio locale. «Il fatto che venga chiusa una sede non significa in nessun modo un'interruzione dell'attività politica del partito -– spiega Pesce -– La nostra valutazione è stata che quei locali venivano utilizzati troppo poco, vi si svolgevano quattro o cinque riunioni all'anno. Qualcosa che si può fare ovunque. Probabilmente non c'erano più, in questo momento, le condizioni adeguate». Il sindaco ribadisce la distinzione tra la presenza di un locale di riferimento per gli iscritti e l'attività politica degli stessi.

Pesce: «Altri torneranno ad iscriversi»
«Quella c'è e prosegue, ci sono persone iscritte al partito che sono rimaste tali, io per primo, e che sono interessate a proseguire; e altri che torneranno a iscriversi». Per Nizza Monferrato, l'anomalia sta nel fatto che, attraverso i decenni, non è mai venuto a mancare un punto di riferimento cittadino per gli attivisti di sinistra e centro-sinistra, si chiamasse PCI, PDS o PD.
Ricorda Pesce: «Un mondo che è cambiato moltissimo negli ultimi 15-20 anni. In passato i partiti tenevano aperte le sezioni, dove potevi entrare e trovare sempre qualcuno disposto ad ascoltarti».
Il primo cittadino di Nizza distingue inoltre l'attività amministrativa comunale da quella di partito: «Non tutti i componenti della mia maggioranza sono iscritti al PD, e la stessa campagna elettorale del gruppo "Insieme per Nizza" si è sempre svolta in locali diversi dalla sede democratica».

«Ci siamo trovati di fronte a un calo dell'attività politica»
Esprime il suo commento anche il segretario provinciale PD Giovanna Beccuti: «Per quanto riguarda il circolo di Nizza Monferrato, nell'ultimo periodo ci siamo trovati di fronte a un calo dell'attività politica. Inoltre il coordinatore Enrico Mattiuzzo ha espresso la volontà di non proseguire il suo percorso politico, e ha dato le dimissioni». Secondo il Segretario la città del "Campanòn" rimane una piazza importante, perciò il proposito per l'immediato futuro è riprendere il tesseramento e ravvivare le attività: «Per questa ragione abbiamo scelto di nominare un commissario, l'ex sindaco di Cortiglione Andreino Drago, figura di riferimento molto nota sul territorio, che si è preso l'impegno di riaprire il circolo. Una volta ricostituito si troverà una nuova sede».

Fulvio Gatti

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport