Cultura e Spettacoli
Asti

Un'estate cittadina alla riscoperta della storia

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12/08/2017 alle ore 08:53.
Un'estate cittadina alla riscoperta della storia 3
Un'estate cittadina alla riscoperta della storia e dei musei di Asti

Anche nel mese di Agosto i musei della città di Asti rimarranno aperti, per consentire ai turisti - e non solo - di godere appieno delle bellezze che offre la nostra tradizione.
È importante ricordare che acquistando lo smartTicket presso Palazzo Mazzetti - al costo di cinque euro - si potranno visitare il Museo di Palazzo Mazzetti (comprese le mostre temporanee), la Cripta e il Museo di Sant’Anastasio, la Domus Romana, la Torre Troiana e il Complesso di San Pietro.
A Ferragosto tutti i musei della città saranno aperti.
Il Museo di Palazzo Mazzetti (corso Alfieri 357), aperto dal martedì alla domenica, dalle 9.30 alle 19.30, ospiterà la mostra “Una matita italiana a Hollywood - Giacomo Ghiazza Storyboard Artist”.

La Cripta e il Museo di Sant’Anastasio (corso Alfieri 365/A), aperti dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13/dalle 16 alle 19, mostrano testimonianze archeologiche e artistiche di grande rilievo: dai capitelli alle lapidi funerarie romane, passando per vari stemmi provenienti da varie torri.
La Domus Romana (via Varrone 30), è un edificio risalente all’inizio del II secolo, che contiene resti archeologici tra cui mosaici. Dal momento che in territorio piemontese sono stati rinvenuti pochissimi mosaici, quelli presenti nella Domus acquistano ancora più rilevanza.
La Torre Troiana (piazza Medici 6) - denominata Torre dell’Orologio - è una costruzione medievale alta quarantaquattro metri, che consente al turista di fruire di una veduta panoramica mozzafiato.

Il Complesso Monumentale di San Pietro (corso Alfieri 2), aperto dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13/ dalle 16 alle 19, è costituito da quattro edifici risalenti al periodo fra il XII e il XIV secolo.
Da ricordare che la Chiesa conserva una pianta molto simile a quella del Santo Sepolcro di Gerusalemme.
All’interno del Complesso è presente il Museo Archeologico.
Il Museo del Risorgimento - presso Palazzo Ottolenghi, corso Alfieri 350 - aperto sabato e domenica dalle 10 alle 13/ dalle 16 alle 19, ospita cimeli, dipinti e bandiere del periodo 1797-1870. Sempre all’interno di Palazzo Ottolenghi è presente il Museo della Divisione Italiana Partigiana Garibaldi, visitabile su appuntamento dal sabato alla domenica (10-13/16-19, contatti: 0141/437454), che contiene importanti cimeli.

Il Museo Alfieriano (corso Alfieri 375), aperto dal sabato alla domenica dalle 10 alle 19, fornisce testimonianze fondamentali atte a ricostruire la vita e le opere di Vittorio Alfieri, che si presenta così nella sua “Vita scritta da esso”: << nella città di Asti, in Piemonte, il dì 17 gennaio 1749 io nacqui di nobili, agiati e onesti parenti>>.
Da ricordare, ancora, la mostra “Omaggio a Pastrone - Poetica degli effetti speciali”, presente a Palazzo Alfieri, visitabile dal sabato alla domenica dalle 10 alle 19, che rende omaggio al regista Giovanni Pastrone.
Infine, il Museo del Palio di Asti (Palazzo Mazzola, via Massaia 5), aperto dal sabato alla domenica dalle 15 alle 18, ricostruisce le tappe dello sviluppo del Palio di Asti, con l’ausilio di documenti inediti.

Tags: asti,agosto in citta`

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport