Salute e Green
Asti

Servono nuovi camici arancioni
in servizio al Pronto soccorso

Stampa Home
Articolo pubblicato il 25/11/2015 alle ore 14:00.
servono-nuovi-camici-arancionibrin-servizio-al-pronto-soccorso-56e6beaa73cbd2.jpg
Il gruppo di volontari del Pronto soccorso più assidui
Sono comparsi, per la prima volta nei corridoi del Pronto Soccorso di Asti, tre anni fa, con le loro inconfondibili divise arancioni e presto di sono fatti riconoscere per l'opera di "vicinanza" ai ricoverati e ai famigliari in attesa. Sono i volontari del Pronto Soccorso, spesso appartenenti ad altre associazioni che già operano all'interno della struttura e che hanno ritenuto di dare un contributo un po' speciale per il reparto fra i più delicati. Dopo tre anni di esperienza, La Via del Cuore, Sos Diabete, Avo, Vao rivolge un appello per la ricerca di nuove forze da destinare a questo servizio.

Attualmente sono una decina i volontari che abitualmente si occupano dell'accoglienza e del sostegno in Pronto Soccorso, ma non riescono a coprire tutti i turni, soprattutto in previsione dell'inverno, quando si prevede un aumento sensibile delle affluenze. I "camici arancioni" sono lì ad offrire sostegno agli utenti nelle spesso lunghe attese presso la struttura fornendo informazioni sulle procedure generali che regolano il Pronto Soccorso e sulla logistica dell'ospedale. Inoltre offrono aiuto a quegli utenti impossibilitati a spostarsi dalla sala d'attesa per l'acquisto di bevande o riviste e ancora assistono gli utenti nella ricerca di un'ambulanza per il rientro a domicilio.

A tutti coloro che intendano andare a rimpolpare il gruppo di volontari, sarà tenuto un corso di formazione di 4 ore tenuto da medici ed infermieri operativi presso il Pronto Soccorso che comprenderà anche le manovre di primo soccorso. Chi fosse interessato può contattare il coordinatore Sergio Tacchi al numero 328/7404399 oppure via mail stellasirio@alice.it

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport