Economia e lavoro
Asti

Premiati i maestri del commercio

Riconoscimento particolare ad alcune figure storiche come il 91enne Bartolomeo Rosso, fondatore della “Boutique della Penna” di via Cavour nel 1948

Stampa Home
Articolo pubblicato il 06/04/2016 alle ore 14:00.
Al centro, Bartolomeo Rosso accanto al figlio Claudio
Al centro, Bartolomeo Rosso accanto al figlio Claudio

«Un esempio e uno stimolo per i tanti giovani che, per fortuna, ancora credono nella piccola e media impresa come risorsa e fonte di reddito». Con queste parole Luigi Broda, presidente dell’associazione “50 & Più” dell’associazione di categoria Ascom Confcommercio, ha indicato i 32 commercianti e operatori del terziario (turismo e servizi, come agenti immobiliari e assicuratori) premiati giovedì scorso presso la Camera di Commercio come “maestri del commercio”, in quanto hanno alle spalle almeno 25 anni di lavoro in questi settori.
La cerimonia (organizzata nello specifico dall’Enasco - 50&Più, patronato dell’Ascom) è avvenuta alla presenza del presidente della Camera di Commercio Renato Goria, del sindaco Fabrizio Brignolo e dei vertici di Ascom, in primo luogo del vice presidente Giorgio Guasco e del direttore Claudio Bruno. «Il mio plauso - ha esordito Guasco - va prima di tutto agli amici e colleghi cui deve andare tutto il nostro rispetto e l’ammirazione per quello che hanno saputo fare, e ancora fanno, per la città. Questo è un momento importante di riconoscimento che rappresenta sacrificio, impegno, lavoro e dedizione. Tanto più che, al giorno d’oggi, non è semplice fare commercio o attività imprenditoriale». «I commercianti - ha aggiunto Claudio Bruno - sono da sempre stati capaci a fare innovazione e hanno contribuito, con il loro lavoro, a risollevare l’economia fornendo esempi di concretezza e pragmaticità, valori che non dovrebbero essere dimenticati».

Ad introdurre la consegna dei riconoscimenti Luigi Broda. «E’ uno dei momenti più significativi dell’associazione che presiedo, forte di 2mila iscritti, e dell’Ascom Confcommercio - ha affermato - che vede protagonisti commercianti e imprenditori premiati non solo per la longevità ma anche per la professionalità. Un esempio e uno stimolo per i tanti giovani che, per fortuna, ancora credono nella piccola e media impresa come risorsa e fonte di reddito». E’ seguita la consegna delle Aquile d’argento, d’oro e di diamante a coloro che hanno alle spalle rispettivamente 25, 40 e 50 anni di lavoro. Un riconoscimento particolare è stato poi riservato ad alcune figure storiche del commercio e del terziario, tra cui Bartolomeo Rosso, 91 anni, fondatore della “Boutique della Penna” di via Cavour nel 1948, che ha gestito insieme alla moglie Olga. Ora al timone del negozio, insignito recentemente del riconoscimento di Bottega storica da parte della Camera di Commercio, c’è il figlio Claudio con l’aiuto della moglie e dei figli.

I premiati
Ecco i nomi dei premiati suddivisi in base al riconoscimento ottenuto. 
Aquile d’argento. Anna Maria Caire, Lina Gherlone, Rina Leva, Francesco Peraino, Lucia Zanuto, Gian Piero Rinaldi.
Aquile d’oro. Mariuccia Amerio, Remo Argenta, Piera Bocca, Luigi Branda, Antonio Campagna, Luigia Secondina Ferrero, Giuseppe Galletto, Resi Lazzarato, Sergio Renato Lazzarato, Rosanna Novo, Antonio Palermino, Franca Poggio, Beatrice Pregno, Claudio Posso, Gianfranco Rubba, Maria Scaiola, Romolo Vaccaneo.
Aquile di diamante. Rosanna Bonvicino, Alberto Lazzarato, Nello Maggiora, Pellegrino Martini, Bruno Massasso, Giuseppe Palermino, Giovanni Risso, Bartolomeo Rosso, Giovanni Sanna.

Elisa Ferrando

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport