Salute e Green
Nizza Monferrato
tutti i comuni

Nizza, sindaco più ottimista sul nuovo
ospedale dopo l’incontro con Saitta

Stampa Home
Articolo pubblicato il 05/09/2015 alle ore 07:00.
nizza-sindaco-piu-ottimista-sul-nuovobrospedale-dopo-lincontro-con-saitta-56e6a6021f7852.jpg
Il cantiere dei Boidi
Sembra essere la collaborazione con privati la via possibile per vedere completato e operativo, in tempi ragionevoli, il presidio ospedaliero della Valle Belbo. Dall'incontro con Antonio Saitta, assessore regionale alla sanità, il sindaco nicese Flavio Pesce e l'assessore al welfare Massimiliano Spedalieri sembrano essere tornati ragionevolmente ottimisti. Il nodo principale riguarda il reperimento dei fondi per portare a termine il cantiere. Al riguardo commenta Pesce: «Il mio timore che avremmo avuto indicazioni generiche, relative alla necessità di attendere il termine del periodo di commissariamento, sul fronte sanitario, della Regione Piemonte. Per fortuna non è stato così». Sulla difficoltà che le risorse per portare a termine l'opera provengano da fonti pubbliche, il sindaco è piuttosto sicuro: «A questo punto, non resta che rivolgerci a chi invece, i soldi, li ha».

Ad addensare nubi su quello che, originariamente, avrebbe dovuto essere il nuovo ospedale della Valle Belbo, destinato a servire tutto il sud Astigiano, sono state le dichiarazioni dell'assessore Saitta (secondo cui, in base alla normativa, non avrebbe potuto trattarsi di un "ospedale" in senso proprio), quindi la rescissione del contratto con l'impresa costruttrice. Anche ora, l'altra grande incognita per quanto riguarda il cantiere in regione Boidi sono i contenuti. Anticipa Pesce: «Ci è stato confermato che la struttura avrà un punto di primo intervento, attivo sulle 24 ore. Tutte le specialità ora presenti nel S. Spirito vi saranno trasferite e ci saranno servizi in più». È stata ventilata anche la possibilità di posti letto specifici per "post-acuzie", ovvero la lungodegenza per malati terminali; un servizio a cui si era addirittura prospettato di destinare l'intero edificio, ipotesi che aveva sollevato perplessità.

f.g.

Cronaca

  • Slot spente vicino a scuole e chiese

    22-11-2017
    Stando alla norma, non potranno essere operative le macchinette che rientrano in un raggio di 500 metri da un luogo “sensibile” (come scuole,...
  • Dopo 75 anni scopre il nome della madre

    22-11-2017
    Come per questa ricerca, partita solo qualche anno fa grazie all'entusiasmo e alla determinazione di Cristina, in cui ha fatto capolino una foto di classe,...

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport

  • Addio a "Ughetto" Perosino

    21-11-2017
    Personaggio amato da tutti in città, sportivi e non, era un ex dipendente comunale, negli anni aveva svolto il ruolo di bagnino 
  • Crollo Nazionale i mali e la cura

    15-11-2017
    Ora che la batosta è arrivata chissà se avremo il coraggio di voltare pagina, lavorare su un'identità precisa rinunciando alle cariatidi...