Scuola media Jona
Asti

Mens sana in corpore sano: la Jona e lo sport

Stampa Home
Articolo pubblicato il 22/02/2016 alle ore 17:05.
mens-sana-in-corpore-sano-la-jona-e-lo-sport-56e6c45786de32.jpg
Walter Rizzo, Tiziana Ferraris, Alessandro Redento
Se chiedessimo a tutti gli studenti del nostro Istituto qual è la loro materia preferita, il 90% risponderebbe: Scienze motoria. Per questo motivo è nata l’idea di fare un’intervista agli artefici di questo primato: il professore Walter Rizzo, la professoressa Tiziana Ferraris, veterani dell’Istituto e la new entry, il professore Alessandro Redento. Carta e penna alla mano li abbiamo incontrati nel loro regno: la palestra.

CHE COSA RAPPRESENTA LA VOSTRA PROFESSIONE E QUANDO E’ NATA LA VOSTRA PASSIONE?
La nostra passione per lo sport è nata sin dall’infanzia ed è cresciuta nel corso degli anni, diventando il coronamento di un sogno.

QUALI RITENETE SIANO I VANTAGGI DELL’ATTIVITA’ MOTORIA PER I GIOVANI A LIVELLO FISICO E MENTALE?
L’attività fisica è basilare per la vita di tutti e per quella dei giovani in particolare. Lo sport educa e alimenta il fisico e la mente; aiuta a instaurare legami, condividere regole comuni, accettando i propri limiti e stimolando il desiderio di mettersi alla prova.

RISPETTO AL PASSATO, COM’E’ CAMBIATA L’ATTIVITA’ MOTORIA E IN QUALE AMBITO GLI ALUNNI DIMOSTRANO PIU’ O MENO INTERESSE?
Sono sicuramente cambiate le esigenze dei ragazzi che vogliono fare più movimento, sperimentando sport diversi. Proprio per questo motivo, pur apprezzando ogni proposta di lavoro, prediligono i giochi di squadra, mentre sono più restii nello svolgere attività di riscaldamento che sono basilari per affrontare ogni sport a qualunque livello.

QUALI SONO I PUNTI DI FORZA DELLA PROGRAMMAZIONE E QUALI LE NOVITA’?
La scuola può vantare da anni la proposta di una vasta scelta di attività scolastiche ed extrascolastiche: nuoto, pattinaggio, arrampicata e da quest’anno abbiamo in progetto un vero e proprio corso di tamburello. I nostri ragazzi partecipano a gare interscolastiche di atletica, bowling, sci. Insomma, tutti, in base alle proprie inclinazioni, possono partecipare e sperimentare trovando i supporti necessari. La Jona ha anche il grande vantaggio di essere dotata di tre palestre e di buone attrezzature che di anno in anno sono potenziate.
Non possiamo concludere questa bella chiacchierata senza ricordare che il 2016 è l’anno delle Olimpiadi.

AVETE IN MENTE QUALCHE INIZIATIVA IN VISTA DELL’EVENTO?
Sicuramente sensibilizzeremo i ragazzi parlando dell’argomento e di alcuni atleti astigiani: Matteo Piano (pallavolista), Flavio Gulinelli (allenatore nazionale egiziana), Valentina Truppa (equitazione), ricordando loro che lo sport non è solo un gioco, ma principalmente un momento d’incontro che , come nel caso delle Olimpiadi, supera le diversità e le barriere.

Classe IIG

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport