Scuola media Jona
Asti

Libriamoci: cronaca di una giornata sulla lettura

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11/12/2015 alle ore 11:56.
libriamoci-cronaca-di-una-giornata-sulla-lettura-56e6bfe80530b2.jpg
I ragazzi della scuola media Jona impegnati nel progetto "Libriamoci"
Venerdì 30 ottobre 2015 abbiamo assistito, in qualità di cronisti, ad una manifestazione dedicata alla lettura, che ha concluso il Progetto “Libriamoci” e a cui hanno partecipato le classi prime. Intanto, alcuni compagni delle seconde si dedicavano all’elaborazione di cartelloni sul piacere di leggere. In un primo momento, ci sono state presentate le attività della mattinata; abbiamo poi discusso sul perché leggiamo e se dalla lettura traiamo spunti per la vita di tutti i giorni. Successivamente sono state ricordate delle frasi di celebri autori. Cicerone sosteneva: “Una stanza senza libri è come una persona senza anima”; Vittorio Alfieri “Leggere, per come io’ l’intendo, significa profondamente pensare”; Daniel Pennac “I libri non ti tradiscono mai”.

In seguito abbiamo letto insieme, proiettato su un grande schermo, il “Decalogo di Pennac” sui diritti del lettore:  
• IL DIRITTO DI NON LEGGERE
• IL DIRITTO DI SALTARE LE PAGINE
• IL DIRITTO DI NON FINIRE IL LIBRO
• IL DIRITTO DI RILEGGERE
• IL DIRITTO DI LEGGERE QUALSIASI COSA
• IL DIRITTO AL BOVARISMO
• IL DIRITTO DI LEGGERE OVUNQUE
• IL DIRITTO DI SPIZZICARE
• IL DIRITTO DI LEGGERE AD ALTA VOCE
• IL DIRITTO DI TACERE.

Verso la fine dell’incontro abbiamo visto due spezzoni di film da “La storia infinita” e “Pinocchio” e poi ne abbiamo letto i brani corrispondenti per fare un confronto. Abbiamo così compreso che le opere letterarie sono più ricche di sfumature e dettagli e rendono di più. Per ultima cosa quattro alunni di ogni sezione sono saliti sul palco e hanno letto l’incipit di un libro da loro amato: “Il bambino con il pigiama a righe”, “Il giardino segreto”, “La boutique del mistero”, “Zanna Bianca” ed altri. L’ultima attività della mattinata dedicata alla lettura è stata un vivace bookcrossing, scambio di libri degli alunni stessi, raccolti nei giorni precedenti. È stata una giornata utile per capire che la lettura serve a molto: riflettere, imparare, immaginare, divertirsi.

Sara Cupo, Fabio Fortunato, Marco Rosa - classe II E

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport