Scuola media Brofferio - Martiri
#scuola.at

La rivincita dell'asino

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16/11/2016 alle ore 11:15.
La rivincita dell'asino 2
La rivincita dell'asino

Non si stupisca chi vede davanti ai giardini dell’ospedale Cardinal Massaia un gruppo di asinelli in un recinto. Sono gli «amici» dei pazienti e hanno un duplice scopo, brucano l’erba mantenendo in buono stato il prato e diventano la terapia naturale per gli ospiti con problemi mentali.

Gli asini animali per lungo tempo bistrattati e ritenuti stupidi si prendono la «rivincita».

Da qualche giorno ne sono arrivati due anche al carcere di Quarto.  Sono femmine, si chiamano Fanghina e Luna, i detenuti le hanno , hanno costruito per loro una tettoria per il riparo e le accudiscono quotidianamente.  «Gli asinelli aiutano in particolare i carcerati più anziani o chi ha problemi di salute e non può occuparsi di altre attività - spiega Maria Vozza, educatrice nella Casa di reclusione astigiana - è un modo per stare all’aria aperta e per sentirsi utili».  

I due quadrupedi sono dell’associazione di località Sessant di Asti che è anche azienda agricola e fattoria didattica. Ne hanno altri quattordici, gli ultimi nati sono dello scorso marzo. Ognuno ha un nome e la sua storia. Il è Topolino, la Iolanda ha più di dieci anni. . E ancora: .

Persino la Fiat ha scelto l’asinello per una pubblicità. E’ lui che fa i conti. Viene un dubbio: è un complimento?

CLASSE 2D Scuola Martiri - Coordinatrice di classe Cinzia Margarino

Componenti del gruppo: Giulia Tacchino, Federica Sponza, Daniel Bosco, Jago Marello, Riccardo Bolato, Luca Donzella

Tags: scuola media brofferio martiri

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport