Economia e lavoro
Canelli e sud

La Francia brinda con le bollicine italiane

Stampa Home
Articolo pubblicato il 24/12/2016 alle ore 07:45.
La Francia brinda con le bollicine italiane 3
La Francia brinda con le bollicine italiane

Bollicine tricolori superstar. Lo spumante italiano con oltre seicento milioni di pezzi conquista il primato dei tappi che salteranno tra Natale e Capodanno nel mondo. Tendenza che si conferma nei cinque continenti, con un aumento del 20% delle bottiglie spedite all’estero. L’analisi è della Coldiretti sulla base dei dati forniti dall’Istat delle vendite effettuate nei primi otto mesi dell’anno.

Anche il mercato interno mostra timidi segnali di ripresa secondo l’Unione Italiana Vini, con una crescita di poco inferiore al 2% nei volumi nella grande distribuzione mentre il canale Horeca fa registrare un più 7%.

L’eterno dualismo spumante-champagne si chiude, dunque, anche quest’anno con la vittoria del made in Italy. «Se in Italia lo spumante si classifica al primo posto negli acquisti irrinunciabili nello shopping delle feste, all’estero - sottolinea Coldiretti - non sono mai state richieste cosi tante bollicine italiane che in quantità dominano nettamente nei brindisi sul mercato mondiale davanti allo champagne».

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Giovanni Vassallo

Tags: spumanti,astigiano,export,Francia

Cronaca

  • Slot spente vicino a scuole e chiese

    22-11-2017
    Stando alla norma, non potranno essere operative le macchinette che rientrano in un raggio di 500 metri da un luogo “sensibile” (come scuole,...
  • Dopo 75 anni scopre il nome della madre

    22-11-2017
    Come per questa ricerca, partita solo qualche anno fa grazie all'entusiasmo e alla determinazione di Cristina, in cui ha fatto capolino una foto di classe,...

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport

  • Addio a "Ughetto" Perosino

    21-11-2017
    Personaggio amato da tutti in città, sportivi e non, era un ex dipendente comunale, negli anni aveva svolto il ruolo di bagnino 
  • Crollo Nazionale i mali e la cura

    15-11-2017
    Ora che la batosta è arrivata chissà se avremo il coraggio di voltare pagina, lavorare su un'identità precisa rinunciando alle cariatidi...