Attualità
Asti

La Douja del 50ennale torna in centro città

Stampa Home
Articolo pubblicato il 30/08/2016 alle ore 10:43.
La Douja del 50ennale torna in centro città 3
La conferenza stampa di presentazione della 50° Douja d'Or

Sarà una Douja d’Or che toccherà diversi luoghi del centro cittadino quella che si svolgerà dal 9 al 18 settembre. Abbandonato il centro fieristico dell’Enofila, sarà ospitata principalmente in due palazzi storici per valorizzare la città agli occhi dei turisti e renderla facilmente fruibile a chi vivrà il Festival delle Sagre di sabato 10 e domenica 11 settembre.

A spiegare il ragionamento alla base di questa nuova edizione Renato Goria, presidente della Camera di Commercio (la cui azienda speciale organizza la Douja d’Or e le Sagre), in occasione, ieri (lunedì), della prima conferenza stampa di presentazione, cui hanno partecipato anche il sindaco Fabrizio Brignolo e il consigliere regionale Angela Motta.

«Abbiamo cercato il più possibile - ha esordito Goria - di interconnettere i tre eventi, ovvero il Salone, il concorso enologico e le Sagre, ragionando su cinque pilastri fondamentali: lo sviluppo del turismo; la valorizzazione del patrimonio culturale; l’innalzamento della percezione della qualità dei prodotti locali; il rafforzamento del territorio come Patrimonio Unesco; la promozione delle nostre ricchezze nel mondo.

Concetti e riflessioni che hanno portato innanzitutto a cambiare location, dato che abbiamo lasciato l’Enofila per allestire la Douja in due bellissimi palazzi del centro città che, fortuna vuole, sono di nuovo fruibili dopo il restauro (Ottolenghi e Alfieri). In questo modo potremo legare maggiormente la Douja alle Sagre, aiutare l’economia cittadina (negozi e bar del centro), oltre che valorizzare il nostro patrimonio storico e culturale. Più in generale fare in modo che, come sta nuovamente avvenendo nel Nord Europa, il centro città torni ad essere il fulcro della vita dei cittadini. Per questo numerosi eventi collaterali si svolgeranno anche al di fuori di questi due palazzi, dal Polo universitario a Palazzo Borello».

Parole di lode all’organizzazione da parte del sindaco Fabrizio Brignolo, che ha poi lanciato due appelli. «Il primo è rivolto ai cittadini - ha spiegato - cui chiedo di avere pazienza se ci saranno disagi in centro, dato che piazza Roma e un tratto di corso Alfieri attiguo alla Douja saranno chiusi al traffico negli orari di apertura del Salone. La seconda agli operatori commerciali del centro (commercianti, baristi...), che invito a vedere la nuova location della Douja come opportunità e responsabilità, invitandoli quindi a diventare partecipi della manifestazione».

Tornando al Salone, è emersa anche la volontà di premiare, ancor più del passato, l’eccellenza dei vini in concorso, che ha determinato un maggior rigore nella scelta delle etichette premiate da parte della Onav (Organizzazione nazionale assaggiatori vino), impegnata a selezionare i 1.010 vini partecipanti.

«Sempre nell’ottica di elevare le etichette in concorso - ha precisato Goria - in tutte le degustazioni e nell’ambito della rassegna “Piatti & dolci d’autore”, saranno presenti solo i vini premiati».

IL SALONE

Le etichette Doc e Docg premiate saranno 354, protagoniste del Salone che sarà inaugurato venerdì 9 settembre alle 19 a Palazzo Ottolenghi, in corso Alfieri 350.

A Palazzo Ottolenghi

Palazzo Ottolenghi

 

Qui saranno a disposizione il banco di degustazione e l’enoteca dei vini premiati; la rassegna dei vermouth e dei vini aromatizzati, curata dall’Unione industriale e dedicata alla storia dei vini aromatizzati prodotti in Piemonte. E ancora, sempre promossa dall’associazione degli Industriali, la mostra “La storia della vite e del vino del nostro territorio”.

In programma anche le degustazioni promosse dalle Camere di Commercio piemontesi (da prenotare a partire dal 1° settembre all’indirizzo silvana.negro@at.camcom.it, indicando nome e cognome, numero dei posti richiesti e recapito telefonico) e le serate di assaggio Onav, degustazioni di eccellenze enologiche accompagnate da piattini tipici (prenotabili dal 1° settembre all’indirizzo prenotazioni@onav.it, riportando nome e cognome, numero dei posti e recapito telefonico).

A Palazzo Alfieri

Palazzo Alfieri

 

A Palazzo Alfieri, in corso Alfieri 375, si terranno invece la rassegna “La Douja del Monferrato, della Langa e del Roero”. Nella cornice del giardino storico troveranno infatti spazio degustazioni di vini dei territori Unesco premiati al concorso con possibilità di abbinarli a piatti tipici. Presente anche la rassegna “Piatti & dolci d’autore”, realizzata in collaborazione con l’Associazione Albergatori & ristoratori astigiani di Ascom Confcommercio (vedi box a lato).

Sempre in ambito gastronomico, il presidente Goria ha ricordato che in occasione del pranzo dei premiati di sabato 10 settembre il previsto piatto di agnolotti sarà sostituito da una Amatriciana, come segno di sensibilità nei confronti delle popolazioni terremotate, collegato ad una offerta economica (1 euro per ogni piatto)».

Eventi collaterali

Tra gli eventi collaterali la rassegna “Asti fa goal”, mercatino delle eccellenze agroalimentari del territorio, che sarà allestito in piazza Roma sabato 10 e domenica 11 settembre, oltre a diversi convegni e incontri. Tra gli ospiti illustri, atteso il 15 settembre il Console generale degli Stati Uniti a Milano, l'ambasciatore Philip T. Reeker, che premierà le aziende vinicole Villa Banfi e Krause, distintesi nel favorire gli scambi tra Italia e Usa.

Quindi Stefano Zecchi, già professore di Estetica all'Università di Milano, per un incontro su “Etichetta, estetica, bellezza” il 14 settembre alle 11 presso il Polo universitario di piazzale de André. Attesa anche la visita del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia in occasione dell'assemblea annuale dell'Unione Industriale in programma martedì 13 alle 10.

IL FESTIVAL DELLE SAGRE

Il Festival delle Sagre

 

Sabato 10 e domenica 11 settembre si terrà invece il 43° Festival delle Sagre, con la partecipazione di 41 Pro loco.

Al riguardo il consigliere regionale Angela Motta ha anticipato quanto verrà ufficializzato in Consiglio Regionale il 31 agosto, ovvero l'approvazione di una delibera che potenzierà il servizio ferroviario sulla linea Alessandria - Asti - Torino, con convogli fino a tarda notte.

E sul futuro del Festival delle Sagre, riguardo a cui nei mesi scorsi serpeggiava l’incertezza a causa della Riforma del Governo relativa alle Camere di Commercio, il presidente Goria ha affermato che nel 2017 sarà ancora organizzato dall’Azienda speciale dell’Ente, mentre dal 2018 si ragionerà in base alle nuove Camere di Commercio “post riforma”.

Per ulteriori informazioni sul programma di Douja d’Or e Festival delle Sagre visitare il sito internet: www.doujador.it.

Elisa Ferrando

Tags: douja d`or,manifestazioni,festival delle sagre

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport