Salute e Green
Asti

La Cia si chiede perchè non si parli
invece di additivi e coloranti

Stampa Home
Articolo pubblicato il 31/10/2015 alle ore 07:00.
La Cia si chiede perchè non si parli<br/>invece di additivi e coloranti
Quello della carne è un comparto sempre più penalizzato da convinzioni di carattere ideologico piuttosto che salutistico. Ne è convinto Alessandro Durando, che parla a nome della Confederazione Italiana Agricoltori e che ricomprende fra i suoi iscritti anche molti allevatori. «E' ovvio che un consumo eccessivo di carni rosse possa creare problemi di salute ma la stessa cosa si può dire di quasi tutti gli altri alimenti, dal basilico alle uova, dal vino alla verdura. Perchè invece non si affronta la determinante questione dei coloranti e degli additivi?». Solo qualche giorno fa il docente Franco Valfrè, insieme al noto grastronomo Giancarlo Sattanino, all'Isola della carne, ha affermato come una corretta alimentazione non possa fare a meno di carne rossa, con i suoi apporti energetici e vitaminici uniti ad una bassissima percentuale di colesterolo.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport