Sport
Costigliole e Valtiglione
tutti i comuni

Isola, numeri da record in D
sotto la guida di Tabbia

Stampa Home
Articolo pubblicato il 14/02/2016 alle ore 07:00.
isola-numeri-da-record-in-dbrsotto-la-guida-di-tabbia-56e6c3c8c8ae42.jpg
Sergio Tabbia, dopo la favolosa cavalcata con gli orange, un piccolo capolavoro con l'Avis Isola
Tra le grandi favole di questa stagione del futsal c'è sicuramente il percorso da incorniciare dell'Avis Isola, non solo al vertice del campionato di serie D, ma anche squadra col miglior punteggio in tutta Italia. Un progetto ambizioso, una guida esperta e abile come coach Sergio Tabbia. I 33 punti all'attivo sono conferma che l'impegno paga: «Questa posizione in graduatoria è il risultato di un duro lavoro dal 24 agosto, con una programmazione ben mirata sia dal lato tecnico che dal lato mentale», esordisce Massimiliano Liuzzi, anima pulsante del progetto e guida della squadra proprio accanto all'ex allenatore orange.

«Il duo Liuzzi-Tabbia è basato sulla grande esperienza di Sergio, sulla sua preparazione, il mio compito è usare la psicologia per supportare i ragazzi, il nostro insomma è un "duetto esplosivo". Lo stesso si vede nell'Under 21 e nella Juniores, dove si aggiunge l'impegno di altri allenatori, e anche in quel contesto si vedono risultati importanti, come lottare ad armi pari con più quotati Orange Futsal, Aosta e Carmagnola». Quali sono gli scenari futuri di un sodalizio che fa della familiarità e dell'esaltazione del collettivo alcuni dei propri punti di forza?

«Abbiamo un piano di sviluppo societario e di affiancamento alla crescita di tutti gli atleti - continua Liuzzi - Per quanto riguarda la serie D, a meno di grosse sorprese, stiamo già programmando il prossimo anno per avere un gruppo ben amalgamato e competitivo». Uno sguardo poi all'eliminazione dell'Italia dall'Europeo...«Spiace, purtroppo lo sport è crudele e le sconfitte sono parte integrante della crescita del gruppo». L'allenatore chiude poi con un augurio all'Orange Futsal: «Spero con tutto il cuore che la squadra di Cafù possa conquistare lo scudetto. Come Sergio anch'io sono legato a questo club e vado fiero di portare il braccialetto orange al polso. La mia passione per il futsal è nata osservando in panchina Tabbia sin dalla serie C e proprio per questo motivo lo ringrazierò a vita. E' un professionista serio, un tecnico e tattico capace, ma sopratutto un vero amico».

Davide Chicarella

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport