Scuola media Brofferio - Martiri
#scuola.at

Intervista al comandante della Polstrada di Asti

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16/01/2017 alle ore 11:57.
Intervista al comandante della Polstrada di Asti 2
Intervista al comandante della Polstrada di Asti

Il capo della Polizia stradale di Asti si chiama Fiorella Colangelo. Fiorella è una simpaticissima signora di origine amalfitana. Durante l'intervista alla domanda: «Cosa ti ha spinto a diventare una poliziotta?» ha risposto: «Fin dalle elementari volevo fare il commissario di polizia, ho sempre studiato per quello».  Fiorella all'età di 25 anni, terminata l'università, ha partecipato a un concorso per arruolarsi in polizia e dopo la vittoria ha dovuto lasciare la sua famiglia per trasferirsi a Bergamo dove realizzò con gioia il sogno di una vita. Dopo Bergamo venne trasferita a Torino dove svolgeva il ruolo di vice dirigente.

All'età di 30 anni ottenne il suo primo ruolo di dirigente a Verbania e infine nel 2000 arrivò ad Asti dove tuttora svolge il ruolo di dirigente. Fiorella e i poliziotti si occupano di mantenere la viabilità stradale ad Asti e a Nizza Monferrato, intervengono in caso di incidenti e all'occorrenza si occupano di chiudere le strade. Alla mia domanda «Qual è la cosa più bella del tuo lavoro?», Fiorella ha risposto con grande gioia:«La cosa più bella è andare per le scuole elementari, medie e superiori e vedere i ragazzi apprendere il codice della strada!.

A differenza alla domanda:«Qual è la cosa più brutta del tuo lavoro?», mi ha risposto con tristezza: «La cosa più brutta è andare dai genitori di ragazzi e dire loro che loro figlio è morto o è in ospedale, e tutto ciò è ancora più brutto quando i genitori sono miei amici».

Fiorella adora lavorare con i suoi colleghi e ha uno spirito molto collaborativo. Quando le ho chiesto:«Come hanno reagito i tuoi genitori alla tua partenza?», lei mi ha risposto: «Da noi, al sud, i figli sono molto più staccati dai genitori e quindi per i miei non è stata una sorpresa sapere che partivo, li ringrazio molto per il  supporto e per la buona educazione che mi hanno dato», inoltre Fiorella ha dichiarato: «Si può tranquillamente conciliare la famiglia con il lavoro» . Fiorella inoltre è stata nominato Cavaliere della Repubblica qui ad Asti il 2/6/12 in onore della 69° Festa della Repubblica.

In mia conclusione Fiorella è una persona fantastica, allegra e socievole; si vede subito che ama il suo lavoro e che o fa con il cuore.

Giulia Palma (classe 2^E)

Tags: scuola media brofferio martiri

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport