Cronaca

Il pm chiede la conferma dei 30 anni a Michele

Stampa Home
Articolo pubblicato il 27/01/2017 alle ore 13:16.
Il pm chiede la conferma dei 30 anni a Michele 3
Il pm Laura Deodato chiede la conferma dei 30 anni a Buoninconti

Come ampiamente prevedibile, il pm Laura Deodato ha chiesto la conferma di condanna  a trent’anni a carico di Michele Buoninconti, nel processo di secondo grado che si sta tenendo in Corte d’Assise d’Appello a Torino.

Stamattina, al termine di una requisitoria che ha ricalcato la puntualità e la logica dimostrate in tribunale ad Asti, è arrivata la conclusione: non c’è niente di nuovo che possa far ripensare alla condanna già accordata a Buoninconti che, dunque, deve essere riconosciuto colpevole della morte della moglie Elena Ceste e, in virtù della scelta del rito abbreviato, deve scontare 30 anni di condanna.

La parola è passata alle due parti civili costituite: i legali Abate Zaro e Tabbia per genitori, sorella e figli di Elena e Donzella per l’Associazione Penelope che si occupa delle famiglie delle persone scomparse.

d.p.

Tags: elena ceste,michele buoninconti,processo Ceste

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport