Scuola media Brofferio - Martiri
Asti

Il nuovo canile di Asti
Una piacevole scoperta

Stampa Home
Articolo pubblicato il 07/03/2016 alle ore 14:31.
il-nuovo-canile-di-astibruna-piacevole-scoperta-56e6c55c93a942.jpg
Uno dei cuccioli in attesa di adozione
Ciao a tutti, la scorsa domenica siamo andate al canile di Asti per intervistare i volontari che ci hanno dedicato volentieri un po’ del loro tempo.

Da quanto tempo esiste il canile e da chi è gestito?
Il canile di Asti è stato fondato nel 1978. Fino al 2010 la sede era a San Marzanotto, purtroppo in una struttura piccola e fatiscente  a differenza di quella nuova di Quarto, molto spaziosa ed accogliente. Da molti anni  è gestito da un'associazione di circa dieci  volontari chiamata A.Z.A. (Associazione Zoofila Astigiana), che si occupa di preparare il cibo, pulire i box, trasportare i cani dai veterinari, osservarli e curarli, ricevere il pubblico.

Qual è lo scopo principale del canile?
Lo scopo è ospitare e aiutare con  cure mediche i cani  randagi o restituirli ai proprietari, grazie al microchip impiantato sotto la cute del cane.

Che differenza c'è tra il vecchio e il nuovo canile?
Il canile nuovo ha spazi molto più grandi  e possiede aree verdi di sgambamento per dare libertà ai cani. In quello vecchio, anche se gli animali erano ben curati, l'impressione non era buona a causa di box inospitali, sbarre arrugginite, inoltre il canile stesso si trovava  in una zona molto umida e in ombra.

Nell'ultimo anno quanti cani sono stati ritrovati?
Nel 2015 sono stati ritrovati più di mille cani  e quasi tutti, avendo il microchip, sono stati restituiti al padrone. I cani  non identificabili vengono dati in adozione oppure rimangono nella struttura.

Come funziona il microchip?
Il microchip viene inserito sotto la cute del cane e contiene i dati del padrone, i quali  vengono raccolti nell'anagrafe canina. Grazie a un'apposita macchinetta viene letto il microchip.

Chi dona i fondi per il mantenimento dei cani?
I fondi derivano dal Comune per quanto riguarda l'alimentazione, mentre per tutto ciò che riguarda le cure mediche interviene  l'A.Z.A. Ogni tanto l'associazione organizza iniziative, come eventi e mercatini per sensibilizzare i cittadini.

Quanti cani avete al momento?
Al momento abbiamo circa 120 cani divisi nei rispettivi box e nelle zone di cura.

Quali razze di cani avete?
Abbiamo molti cani di razza meticcia e una quantità inferiore di cani di razza pura.

Oltre ai cani vi occupate di altri animali?
Ci occupiamo solo di cani, ma diamo cure anche ai gatti per un primo soccorso, essi vengono ospitati nelle abitazioni dei volontari.

(Un particolare ringraziamento alla signora Bettina che ci ha guidati all'interno del canile e che ci ha fatto conoscere tutti i cani e le loro storie)


Arianna Giribaldi, Alessia La Montagna, Francesca Matilde Marchiori e Carolina Valle
CLASSE 2° A Brofferio

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport