Cronaca
Asti

I volontari puliscono, ma i rifiuti ritornano

Quattro ore di lavoro da parte dei volontari dell’ass. Protezione Civile Città di Asti, ma già nel pomeriggio, nello stesso luogo della bonifica del mattino, faceva la sua comparsa un sacco di immondizia domestica

Stampa Home
Articolo pubblicato il 02/07/2016 alle ore 05:00.
volontari Associazione Protezione Civile Città di Asti rifiuti alveo Rio Valmanera Asti 2016 ambiente decoro pulizia inciviltà
I rifiuti recuperati nell'alveo del Rio Valmanera

Non ci volevano credere i volontari dell’Associazione Protezione Civile Città di Asti che l’inciviltà potesse arrivare a questi livelli. Sabato scorso, una squadra di volontari ha lavorato tutta la mattina nella zona della rotonda di via Spandre vicino al rio Valmanera per rimuovere rifiuti gettati nell’alveo del fiume.

Quattro ore di lavoro con il recupero di quattro metri cubi di rifiuti portati via dall’Asp. Un lavoraccio che però era stato “pagato” dalla consapevolezza di aver bonificato dall’immondizia un tratto di corso del rio.

I volontari si sono salutati alle 13, dopo tutta la mattinata di lavoro ma già alle 16,30 era comparso, nello stesso luogo della bonifica del mattino, un sacco di immondizia domestica, gettato probabilmente da un’auto in corsa. «Quasi un atto di spregio per il lavoro svolto» è stato lo sconsolato commento di Oscar Ferraris, responsabile dell’Associazione. Sono stati chiamati i vigili per cercare all’interno del sacco indizi e risalire ai responsabili.

«La tutela del decoro e la cura e conservazione del territorio partono soprattutto da noi, in prima persona - ha affermato l’assessore all’ambiente Maria Bagnadentro appena saputa la notizia dell’accaduto - L’amministrazione ammette i suoi limiti ma le discariche abusive dipendono da inciviltà e incuria dei cittadini».

Tags: Associazione Protezione Civile Citta` di Asti,ambiente,rifiuti,Volontari

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport