Attualità
Asti

Già 1400 nuovi led illuminano Asti

La riconversione è stata affidata ad Asti Energia e Calore, tramite l’Asp, e si calcola che siano già state sostituite circa 1.400 lampade lungo le principali strade del nucleo urbano

Stampa Home
Articolo pubblicato il 31/08/2016 alle ore 09:35.
lampioni led Asti
I nuovi lampioni in corso Casale

Procedono a ritmo serrato gli interventi di sostituzione dei vecchi punti luce cittadini con i nuovi fari a led che, dove sono già stati accesi, hanno portato un netto miglioramento dell’illuminazione pubblica. La riconversione è stata affidata ad Asti Energia e Calore, tramite l’Asp, e si calcola che siano già state sostituite circa 1.400 lampade lungo le principali strade del nucleo urbano.

«Siamo soddisfatti - commenta Flavio Doglione, presidente di AEC - del miglioramento qualitativo del servizio, apprezzato di notte per la nitidezza della luce, ma anche di giorno con positivi effetti sul decoro urbano: i pali di molti lampioni sono stati riverniciati. Cominciano a vedersi i risultati di un progetto a cui abbiamo lavorato a lungo. Entro la fine di agosto contiamo di aver attivato 1.400 punti luce: un obiettivo raggiunto con celerità e impegno, nell'arco di un solo mese e nonostante la pausa di ferragosto».

In questo momento sono due le squadre di tecnici e installatori che si occupano della riconversione. A collaborare con AEC ci sono i soci di Asp, Iren Energia e Asta.

«Nel mese di settembre - spiega Giovanna Beccuti, presidente dell'Asp - saranno collocati altri 2.000 punti luce, altrettanti sia a ottobre e novembre che a dicembre per giungere all'obiettivo finale di 8 mila apparecchi posizionati, entro la fine dell'anno, anche nei parchi e nel centro storico».

Negli ultimi giorni i nuovi led sono stati accesi nei corsi Savona, Venezia, Einaudi, nelle vie Pietro Micca e Antica Cittadella, mentre, sempre di recente, gli addetti hanno lavorato per dare nuova luce al primo tratto di corso alla Vittoria, lungo il segmento tra i giardini pubblici e l'ex ospedale.

«In questo mese - precisa il sindaco Fabrizio Brignolo - abbiamo potuto vedere come il nuovo sistema di illuminazione ha cambiato in meglio, sotto i profili della visibilità, risparmio energetico e sicurezza, vie e strade. Un intervento molto apprezzato dai cittadini, in centro come nelle periferie, significativamente coinvolte dal piano di riconversione».

La nuova illuminazione è già attiva a San Marzanotto, mentre nelle scorse settimane il minor flusso viario ha facilitato gli addetti nella riconversione dei lampioni lungo i tratti di accesso alla città (corsi Torino, Alessandria, Casale, Ivrea, Alba, ecc.) o di importanti vie interne (corsi Dante, Einaudi, XXV Aprile, Don Minzoni, Gramsci, Matteotti, viale Partigiani, ecc.).

 

Nuovi led nelle scuole

L’intervento sull’illuminazione pubblica non si ferma qui. Il Comune intende sperimentare i led anche per gli edifici scolastici e, per fare ciò, ha provveduto a un primo ordinativo di sessantacinque “plafoniere a led” finalizzato a sperimentare questa soluzione in alcuni degli edifici scolastici attualmente oggetto di ristrutturazione.

Complessivamente supera i 2 milioni di euro l’intervento in corso per rimettere a nuovo le scuole cittadine con lavori che riguardano numerosi plessi della scuole dell’infanzia e primarie.

r.s.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport