Occhio Magico
Asti

Già si parla di Palio e si ricordano
le mitiche vittorie del “Chicchi”

Stampa Home
Articolo pubblicato il 10/05/2015 alle ore 08:02.
gia-si-parla-di-palio-e-si-ricordano-brle-mitiche-vittorie-del-chicchi-56e69e1e2596e2.jpg
La squadra del Cinaglio
Rulli di tamburo e cavalli in sfilata: ecco le feste di San Secondo con i tradizionali echi di Palio e della sua sempre straordinaria e anarchica corsa. Poichè è però consigliato lasciar stare i santi per meglio scherzare con i fanti, torniamo subito dalle nostre parti per parlare dell’Asti calcio che ormai sembra avercela fatta a restare nella serie. Cosa che non è riuscita al Colline Alfieri che torna in Promozione, sostituito però subito dal San Domenico che sale in Eccellenza. Tra tutto questo vai e vieni, non mancano le preccupazioni per la prima dei playoff degli Orange del calcio a cinque che paiono aver perso lo smalto delle stagioni migliori.

Male oscuro o emicrania temporanea? Già giovedì se ne saprà qualcosa di più. E mentre il tempo degli sport dell’inverno sta per finire (nel tradizionale campionato Aics di calcio a 5 si è affermato ancora una volta il fortissimo Realini), già preme in qualche modo l’attività estiva dove si segnala in particolare, per quel che riguarda gli sport di squadra, il tamburello. Il Cinaglio (dove è arrivato il sempreverde Enrico Berruti) è riuscito nel ponte di maggio a portare a casa i primi punti e la prima vittoria della sua non facile esperienza nella massima serie open.

Nel muro, data per scontata la supremazia grazzanese, si sgonfia il decantato Vignale in una giornata in cui brilla la stella del giovane portacomarese La Rosa. Questo è però anche il tempo degli sport individuali, campo in cui, sia pur sparpagliati un po’ dappertutto, gli astigiani sembrano dare il meglio di sè, a cominciare da Alice Franco che fa grandi cose in Coppa del Mondo in acque libere e un’altra Alice, la Sotero, che la emula nel pentathlon, sempre in coppa del mondo. Ancora ottime prove dei giovani ciclisti di origine astese con una vittoria di Gallo a Bra ed un bel piazzamento di Marengo nella lontana Polonia. E poi la stagione dell’atletica dove si corre molto, con discreti risultati, sia in piano che in salita.

E a proposito di saliscendi ricordiamo che il 17 maggio ci sarà la prima edizione della Stratonco benefica, su un bel percorso tra le colline del Monferrato a ricordo di un leggendario Gerardo di Tunc. Nell’Albo della Memoria iscriviamo questa settimana la figura di Francesco “Chicchi” Guglielminetti, il motociclista astigiano più vincente di sempre, andatosene all’età di 85 anni. Figlio d’arte, temerario, scanzonato, con le sue mitiche Gilera e Norton, aveva vinto di tutto e di più tra il 1949 ed il 1960 per poi andarsene alla Ferrari a progettare celebri alettoni. Gli sarà lieve la terra.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport