Il sole in piazza
Rubriche

Dopo i temporali tornano sole e tempo stabile

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15/07/2016 alle ore 09:43.
Dopo i temporali tornano sole e tempo stabile 2
La rimonta dell'anticiclone africano (A) mentre è in allontanamento la goccia fredda (B) responsabile dell'instabilità di questa settimana sull'Italia

Evoluzione del quadro meteorologico europeo: 15-22 luglio 2016

Dopo i temporali di martedì e mercoledì, si è ravvisato un evidente calo delle temperature specialmente al mattino: nelle valli e zone di pianura piemontesi si sono registrati valori al di sotto dei 10°C. Ora il clima è decisamente più gradevole anche nelle ore pomeridiane grazie alle correnti fresche e secche arrivate da Nord. La situazione sulla nostra regione cambierà gradualmente nei prossimi giorni con la progressiva rimonta dell'Anticiclone africano, infatti, pur mantenendosi stabile il tempo, si avrà un nuovo aumento delle temperature. Con l'avvento della nuova settimana torneranno nuovamente condizioni d'afa e valori vicini ai 35°C con qualche temporale relegato alle zone alpine e pedemontane.

Previsioni per i prossimi giorni in provincia

Venerdì 15: residua nuvolosità in nottata, poi cielo sereno per il resto della giornata; precipitazioni assenti. Fresco al mattino con temperature fin sotto ai 10°C nelle valli e zone pianeggianti della provincia, caldo ma gradevole grazie ai bassi tassi d'umidità nelle ore più calde della giornata. Estremi per Asti: +12/+28°C

Sabato 16: soleggiato durante tutta la giornata; precipitazioni assenti. Estremi per Asti: +14°C/+29°C

Domenica 17: ancora cieli sereni senza il rischio di precipitazioni. Estremi per Asti: +15/+31°C

Lunedì 18: ancora bel tempo con possibile sviluppo di qualche innocua nube. Estremi per Asti: +17/+32°C

Per maggiori informazioni e previsioni più nel dettaglio vi invitiamo a seguire gli aggiornamenti di queste ultime con cadenza giornaliera, le trovate cliccando qui.

Didattica meteo: temporali seguiti da un calo termico

Grazie alla discesa da nord di aria decisamente più fredda, i contrasti termici hanno favorito la formazione di temporali anche intensi specialmente nella giornata di mercoledì. La città di Asti è stata interessata da due fenomeni temporaleschi tra le 16 e le 18 che hanno apportato accumuli modesti in città e qualche chicco di grandine innocuo dal diametro di 1 cm circa: secondo le due stazioni Arpa in città 5,2 sono i millimetri di pioggia caduti a Borgo Tanaro e 13,6 nella zona nord a Viatosto.


Animazione radar ARPA dei temporali formatisi
tra le 16.30 e le 17.20 (ora locale) sul Basso Piemonte:

i nuclei viola evidenziano precipitazioni particolarmente intense

Se il primo temporale si è formato in zona, quasi sulla città, il secondo generatosi sempre in provincia ma ad Ovest della città, è giunto sul capoluogo preceduto da un'imponente shelf cloud. Conosciuta in gergo come nube a mensola, è bassa, lunga ed a volte assume una forma arcuata per la spinta originata dal downdraft (che ricordiamo essere la corrente discendente all'interno di un temporale): è distinguibile attraverso la sua forma a cuneo. Questo tipo di nube si forma sul bordo avanzante di un temporale e precede di poco l'area dei rovesci con pioggia ed eventualmente grandine. La shelf cloud si differenzia dalla base del temporale a cui è attaccata poichè di fatto non ne fa parte.


Shelf cloud in arrivo su Asti il 13 luglio: in rosso segnata
la caratteristica forma a cuneo della nube

ed i rovesci di pioggia e grandine appena dietro di essa

Dopo le precipitazioni le temperature all'alba di giovedì sono scese fin sugli 8°C in campagna e sui 12/13°C in città.


Aria tersa e pulita al mattino del 14 luglio: vista
da Viatosto verso Sud-Ovest 
con la Val Rilate
in primo piano e le Alpi cuneesi sullo sfondo

Tags: meteo,maltempo

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport