Salute e Green
Asti

Con gli acquisti “federati” Asti-Alessandria
le Asl risparmiano 2 milioni e mezzo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 05/03/2013 alle ore 07:00.
con-gli-acquisti-federati-asti-alessandriabrle-asl-risparmiano-2-milioni-e-mezzo-56e31fceb55622.jpg
La sede dell'Asl in corso Dante ad Asti
Sfiora i 2 milioni e mezzo di euro il risparmio che la federazione sanitaria 6, quella che raggruppa l’Asl di Asti e quella di Alessandria, ha ottenuto rinegoziando forniture o attivandone di nuove su larga scala. Sono i primi dati che arrivano a sei mesi dalla nascita di questi “super accorpamenti”  che sono stati voluti dalla Giunta Cota in tutto il Piemonte per ottimizzare le risorse sia organizzative che economiche.

A livello generale, le federazioni sanitarie di tutto il Piemonte hanno ottenuto una riduzione media del 5% della spesa ma sul totale del fatturato d’acquisto finora analizzato hanno ottenuto risparmi di 14 milioni di euro su 120 milioni di euro totali. La fisolosofia che ha guidato questa ricerca meramente economica delle federazioni, è stata quella di capire se l’omogeneizzazione dei contratti e delle trattative abbia portato dei risultati. E questi ci sarebbero, visto che, mentre prima ogni Asl e a volte anche all’interno della stessa vi erano prezzi differenti per lo stesso prodotto, ora l’acquisto “centralizzato” porta invece a sconti tali da consentire notevoli risparmi.

Sconti che, prima, ogni singola azienda non era in grado di “strappare” visti i volumi di acquisto più ridotti. Nel dettaglio, per quanto riguarda la federazione sanitaria Asti e Alessandria, per quanto riguarda le nuove gare in corso sono stati raggiunti risparmi di 302 mila euro mentre ben più consistente è la fetta della rinegoziazione che ha consentito di avanzare circa 2 milioni 140 mila euro con una percentuale poco al di sotto del 20% di sconto.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport