Attualità
Asti

Asti, diminuisce di 1.200.000 euro la tassa rifiuti

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15/12/2016 alle ore 10:48.
Asti, diminuisce di 1.200.000 euro la tassa rifiuti 3
Asti, diminuisce di 1.200.000 euro la tassa rifiuti

Buone notizie per gli astigiani. Per il secondo anno consecutivo scende la tassa rifiuti del capoluogo provinciale. Dal comune fanno sapere che complessivamente la bolletta calerà da 17.462.210 euro del 2015 a 16.309.712 euro del 2017: una riduzione di 1.152.498 euro.

Il provvedimento è il frutto dell'emendamento proposto dal sindaco, approvato ieri sera dal Consiglio comunale, a una delle pratiche collegate con il Bilancio 2017.

Buona parte del beneficio andrà agli utenti che, sempre più numerosi, chiedono lo sconto per l'esposizione volontaria dei cassonetti del porta a porta: lo sconto complessivo di cui hanno beneficiato i cittadini più "volenterosi" nel 2016 è stato di 817.115 euro e nel 2017 salirà a 1.117.483.

Anche gli utenti che non beneficiano dello sconto per l'esposizione, comunque, avranno un beneficio significativo: per le utenze domestiche la riduzione, rispetto al 2015, sarà quasi del 4%; per negozi, uffici e attività produttive la riduzione sarà superiore al 5%.

La riduzione è dovuta in parte al contenimento dei costi di raccolta rifiuti e pulizia strade dall'Asp con interventi di efficientamento e riorganizzazione interna, in parte alla riduzione dei costi di smaltimento da parte di Gaia.

Giova anche la conclusione della gara con cui è stato individuato il nuovo socio di Gaia: l'offerta formulata da Iren per entrare nella nostra società prevede lo sconto le 3,79% sul costo di smaltimento dei rifiuti e questa voce si ribalta sulle bollette degli astigiani.

Tags: tassa rifiuti,asti,ambiente

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport

  • Addio a "Ughetto" Perosino

    21-11-2017
    Personaggio amato da tutti in città, sportivi e non, era un ex dipendente comunale, negli anni aveva svolto il ruolo di bagnino 
  • Crollo Nazionale i mali e la cura

    15-11-2017
    Ora che la batosta è arrivata chissà se avremo il coraggio di voltare pagina, lavorare su un'identità precisa rinunciando alle cariatidi...