Scuola media Brofferio - Martiri

Apparire o essere

Stampa Home
Articolo pubblicato il 23/03/2017 alle ore 10:14.
Apparire o essere 2
Apparire o essere e qual è l'influenza della tv sui giovani?

E’ verissimo. Noi ragazzi passiamo molto tempo davanti alla televisione, per seguire programmi che molto spesso non hanno nulla di culturale, ma sono semplicemente svago. Secondo me, non c’è niente di male se, dopo aver fatto il nostro dovere, trascorriamo qualche ora ad ascoltare musica o davanti ai video. Il pericolo è che spesso ci immedesimiamo nei personaggi televisivi. E quali sono i modelli che ci vengono presentati?  Normalmente sono bei ragazzi e ragazze palestrati, abbronzati, truccati, ma soprattutto magri. In questi giorni impazza la polemica su una frase detta da un’insegnante del programma “Amici” ad una aspirante ballerina, bocciata da lei per essere troppo “grassa”. Vittoria, questo è il nome dell’allieva, non è affatto grassa. E’ una ragazza  “normale” alta ma non anoressica. Certo tutti quando pensano ad una ballerina hanno davanti agli occhi l’immagine di una donna minuta, snella e soprattutto senza forme ben definite. Non per questa ragione bisogna, secondo me, offendere una persona, soprattutto una ragazza giovane colpendola sull’aspetto fisico.

Quale messaggio viene trasmesso a noi ragazze? Sicuramente un messaggio negativo, perché siamo portate ad imitare i nostri beniamini e rischiamo di ammalarci. Anoressia è una parola che solo qualche anno fa pochi conoscevano e che oggi giorno è diventata di uso comune. Chi dobbiamo colpevolizzare per questo? Certo i mezzi di communicazione: televisioni e giornali hanno contribuito a renderla familiare. Quelli che fanno programmi rivolti a noi ragazzi, dovrebbero stare attenti a quello che trasmettono, perché hanno molti “followers” tra di noi e il rischio di imitazione negativa è ben presente. E noi ragazze? Dobbiamo “farci furbe” e imparare ad amarci così come siamo, anche con i nostri piccoli difetti, perché sono proprio questi che ci rendono uniche.

Sabrina Vaqari (Classe 2°E)

Tags: scuola media brofferio martiri

Cronaca

  • Slot spente vicino a scuole e chiese

    22-11-2017
    Stando alla norma, non potranno essere operative le macchinette che rientrano in un raggio di 500 metri da un luogo “sensibile” (come scuole,...
  • Dopo 75 anni scopre il nome della madre

    22-11-2017
    Come per questa ricerca, partita solo qualche anno fa grazie all'entusiasmo e alla determinazione di Cristina, in cui ha fatto capolino una foto di classe,...

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport

  • Addio a "Ughetto" Perosino

    21-11-2017
    Personaggio amato da tutti in città, sportivi e non, era un ex dipendente comunale, negli anni aveva svolto il ruolo di bagnino 
  • Crollo Nazionale i mali e la cura

    15-11-2017
    Ora che la batosta è arrivata chissà se avremo il coraggio di voltare pagina, lavorare su un'identità precisa rinunciando alle cariatidi...