Cronaca
Asti

Ancora gravissimi figlio e compagna di Enrico

Stampa Home
Articolo pubblicato il 14/10/2016 alle ore 08:54.
Ancora gravissimi figlio e compagna di Enrico 3
Ancora gravissimi figlio e compagna di Enrico dopo l'investimento al Rally di San Marino

Era un atto dovuto e si è tenuta ieri, giovedì, l’autopsia sul corpo di Enrico Anselmino, l’astigiano di 56 anni che domenica scorsa è morto travolto da un’auto da rally che ha perso il controllo durante la competizione di San Marino.

L’inchiesta, come ha confermato l’avvocato Achille Campagna nominato dalla famiglia di Grazia Agnella, compagna di Anselmino, è ora nelle mani del giudice inquirente Antonella Volpinari che sta raccogliendo tutti gli atti e le testimonianze per risalire all’esatta dinamica della tragedia ma soprattutto alle eventuali responsabilità.

Al momento di chiusura del giornale, nonostante l’autopsia conclusa, la cancelleria non aveva però ancora dato il nullaosta ai funerali.

Mentre la famiglia Anselmino attende la restituzione della salma per l’ultimo saluto, negli ospedali di San Marino e Cesena la compagna Grazia e il figlio Davide lottano per la vita. Entrambi ancora in coma, sono ricoverati nelle terapie intensive dei rispettivi ospedali nella speranza di riprendersi dalle gravi lesioni riportate nell’urto con l’auto. Entrambi si trovavano vicino ad Anselmino e non sono riusciti a sottrarsi all’investimento a tutta velocità. «La signora Agnella ieri è stata sottoposta ad un intervento chirurgico delicatissimo che è durato tutta la giornata - dice ancora l’avvocato Campagna - le sue condizioni sono ancora molto critiche».

Nè lei sa della morte del suo compagno, nè Davide sa della morte di suo padre.

Daniela Peira

Tags: rally di san marino,investimento,cronaca,asti

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport