Sport
Asti

Albese-San Domenico, in palio la salvezza

In Promozione, il Colline vuole restare in testa battendo il Cit Turin, mentre un Asti allo sbando troverà di fronte a sè il Vanchiglia

Stampa Home
Articolo pubblicato il 09/04/2016 alle ore 07:40.
Francesco Trabace
Francesco Trabace

Inizia il rush finale dei campionati e ancora molti giochi sono da fare. Partiamo dall’alto del torneo di Eccellenza dove il San Domenico sta faticando non poco per strappare una agognata salvezza al primo anno nella nuova categoria. La squadra allenata da Stefano Raimondi, complici alcune scelte di mercato che non hanno dato i frutti sperati e numerosi infortuni e squalifiche nel corso del campionato, sono al momento in piena zona playout. Se Virtus Mondovì, Gassinosanraffaele e Pedona paiono oramai condannati alla retrocessione diretta, la sensazione è che si disputerà un solo spareggio tra il Settimo, pressochè certo del suo destino, e una squadra tra i gialloverdi, il Cavour e il Savigliano. Domenica alle 15,00 al “Coppino” di Alba (campo sintetico) i lazzarini sfideranno una squadra langarola con un piede e mezzo ancora in Eccellenza l’anno prossimo ma che, complici le recenti sfortunate prestazioni,ha ancora bisogno di un successo per evitare rischi. «E’ una gara cruciale sia per noi che per il San Domenico, speravo di arrivare a questo match con la salvezza già acquisita, invece purtroppo lo stop con l’Olmo ha complicato il cammino dell’Albese - dichiara il presidente del club cuneese Tony Isoldi - Avremo tutta la rosa a disposizione, sarà una sfida equilibrata», conclude. Per un’Albese con parecchie certezze, un Sando alle prese con defezioni e squalifiche: Bassaoulè si è di nuovo bloccato in allenamento, Pia, Rea e Travaini sono tutti squalificati, potrebbe invece rientrare Kamana. Le due contendenti potrebbero affrontarsi a “specchio”, entrambe con difesa a tre: tra i padroni di casa occhi puntati su Manasiev e Gai in particolare. Nota curiosa: nel recente comunicato del giudice sportivo figura tra gli squalificati per due giornate Borrello del Settimo, numero 18 torinese che contro il San Domenico non è nemmeno sceso in campo. In realtà a dover subìre la punizione sarebbe dovuto essere Enrico Travaini, numero 18 gialloverde, espulso per proteste nel finale di gara domenica scorsa. La squadra del patron Scavino non potrà schierare comunque il giocatore visto il “rosso” diretto.

In Promozione, il Colline vuole restare in testa battendo il Cit Turin, e deve guardarsi dall’attacco del Lucento, turno agevole per la Santostefanese col Rapid, mentre un Asti allo sbando troverà di fronte a sè il Vanchiglia. A riposo invece il Canelli.

In Prima Categoria, infine, tutte le attenzioni sono puntate sulla Nuova SCO: una vittoria col Cambiano permetterebbe al team di Enzo Isoldi di restare in testa al campionato e alimentare i sogni promozione.

Davide Chicarella

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport