Eventi e Weekend
Asti

Aglio, acciughe e baci in piazza
Così si fa una "bagna" di successo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 24/11/2015 alle ore 16:00.
aglio-acciughe-e-baci-in-piazzabrcosi-si-fa-una-quotbagnaquot-di-successo-56e6beae387582.jpg
Bagna Cauda Day nella cantine di Palazzo Gazelli
La scia profumata del Bagna Cauda Day si dissolve lentamente, lasciando il ricordo di un fine settimana all'insegna della tradizione piemontese. La manifestazione si consolida e cresce, con l'edizione 2015 che ha saputo catturare l'interesse di migliaia di persone, giunte anche da molto lontano. Dopo la fortunata anteprima della scorsa settimana a Nizza Monferrato, nel week end appena trascorso ad accogliere il rito della bagna cauda sono stati gli oltre cento locali aderenti: presi d'assalto le cantine di Palazzo Gazelli, il Diavolo Rosso, la Casa del Popolo; ristoranti rustici e blasonati hanno apparecchiato i tavoli con fujot, vassoi traboccanti verdure e l'ormai classico bavaglione d'autore, quest'anno illustrato da Giancarlo Ferraris.

«E' importantissimo - commentano a manifestazione conclusa gli organizzatori dell'associazione Astigiani - che in occasione del Bagna Cauda Day si siano anche riaperte con tanto successo cantine storiche come quella di palazzo Ramelli in piazza Cattedrale, dimostrando che ci sono tesori architettonici e culturali nascosti e degni di essere inseriti a pieno titolo nel circuito turistico. Asti e il resto del Piemonte aggiungono con il Bagna Cauda Day un richiamo in più al già profumato autunno.» Tante le iniziative collaterali, come il Bagna Cauda Market al Mercato Coperto - che si riscopre luogo conviviale - e il Barbera Kiss, bacio di mezzanotte in piazza San Secondo, corroborato dal vin brulé offerto dal Consorzio della Barbera e servito dagli alpini dell'Ana. Nel frattempo sul sito www.bagnacaudaday.it è stato lanciato il sondaggio "La pagella della Bagna Cauda", che raccoglie i voti e le valutazioni dei bagnacaudisti: «Stanno arrivando centinaia di commenti positivi, insieme a qualche critica costruttiva di cui terremo sicuramente conto».

La pagina facebook Bagna Cauda Day ha portato il tradizionale piatto sui social network, così come il concorso fotografico indetto attraverso Instagram. E' qui che saranno selezionate le migliori dieci foto del Bagna Cauda Day 2015, da pubblicare sulla rivista Astigiani di dicembre. Già fissate le date della prossima edizione: 18, 19, 20 novembre 2016. «Sarà l'anno olimpico e non mancheranno sorprese. Stiamo pensando in grande», assicurano gli organizzatori. Verrà acceso un grande fujot in centro città, come se fosse la fiamma olimpica? Ci sarà la marcia dei tedofori? Le idee non mancano, in una manifestazione che senza contributi pubblici dimostra di saper coinvolgere e destare interesse: del Bagna Cauda Day hanno scritto anche in Russia e sono arrivate le foto della bagna cauda cucinata dai piemontesi in Costa Rica.

r.n.p.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport