Fotogallery

Le Sagre di Asti - Viarigi, La filossera

Le Sagre di Asti - Viarigi, La filossera

Era la sciagura più temuta nelle vigne, perché rappresentava la perdita di un raccolto e dunque la fame nelle famiglie. “Importata” dall’America, la malattia veniva combattuta con zolfo, verderame e poi, soprattutto, con ferventi preghiere ad hoc. La proloco del paese serve agnolotti con sugo di arrosto.
Le Sagre di Asti - Isola, intrattenimenti di un tempo nei cortili e lungo il Tanaro

Le Sagre di Asti - Isola, intrattenimenti di un tempo nei cortili e lungo il Tanaro

Sono soprattutto i bambini a raccontare come ci si divertiva sulle sponde del fiume, inventandosi delle zattere improvvisate ma anche nelle aie dei cortili, con le pannocchie che si trasformavano in giochi oppure ancora nella realizzazione di capanne in cui nascondersi dai grandi. In piazza i piatti tipici serviti sono i Baciuà e la Frittura di lumache (Foto Ago)
Le Sagre di Asti - Grazzano Badoglio, La festa per l’arrivo del nuovo parroco

Le Sagre di Asti - Grazzano Badoglio, La festa per l’arrivo del nuovo parroco

Si rivive l’atmosfera dei primi del Novecento nella sfilata in cui la piccola comunità di Grazzano accoglie il nuovo pastore. Dai notabili ai contadini, tutti rigorosamente vestiti a festa. Il sacerdote arriva sul calesse e benedice tutti. In piazza si prepara poi Soma d’aj con vino e uva e pane arrostito con pomodoro. (Foto Ago)
Le Sagre di Asti – Refrancore, il ciclo del fagiolo

Le Sagre di Asti – Refrancore, il ciclo del fagiolo

I “fagioli dall’occhio” protagonisti del corteo che conta una settantina di personaggi . I carri presentano la semina, la fioritura estiva, la maturazione dei baccelli e la raccolta fino alla vendita al mercato e al suo utilizzo finale “in pentola”. La proloco serve poi fagioli buoni con cotica, finocchini e zabaglione, finocchini e Moscato d’Asti. (Foto Ago)
Le Sagre di Asti - Callianetto, Il ciclo della canapa

Le Sagre di Asti - Callianetto, Il ciclo della canapa

Dieci carri per raccontare il ciclo della canapa, dalla semina alla raccolta, al lavaggio, alla rottura e per finire alla sua gramolatura con attrezzi originari. Poi la pettinatura e la filatura per realizzare la stoffa a grama più grossa e altra a trama più fine. In piazza la pro loco serve gran fritto e tortino ‘d Gianduja (foto Ago)
Un piatto a sera al ristorante della Douja

Un piatto a sera al ristorante della Douja

Piatti d’autore con i migliori ristoranti e prodotti del territorio alla Douja. Qui la serata di domenica con il Ristorante Il Bagatto di Grazzano Badoglio. Si va avanti fino a domenica, la cena costa 13 euro, resta ancora qualche posto, si può prenotare anche online (con 1 euro di prevendita). Info: http://www.doujador2012.it/cucina/piatti-d-autore/ (Ph Constantin Pletosu)
Douja d’or – il primo weekend

Douja d’or – il primo weekend

Nel nuovo allestimento all'Enofila di Corso Cavallotti è andato in scena il primo fine settimana della Douja d'or. Vini naturalmente ma anche degustazioni di tipicità e convegni.
Inaugurazione Douja d'Or 

Inaugurazione Douja d'Or 

E' stata inaugurata ieri la 46a edizione della Douja d'Or, alla presenza delle autorità e dei rappresentati di Camera di Commercio, Onav, associazioni di categoria e mondo vinicolo. (Ph Constantin Pletosu)
Bottiglie d'artista al Palazzo del Michelerio

Bottiglie d'artista al Palazzo del Michelerio

Protagoniste una serie di bottiglie giganti (alte due metri e mezzo) dipinte da pittori, musicisti, scrittori e poeti astigiani. ( Ph Constantin Pletosu)
Facce da Douja d'Or

Facce da Douja d'Or

Qualche simpatica immagine dalla passata edizione
Facce da Palio

Facce da Palio

Qualche simpatica immagine dalla passata edizione
Facce da Sagre

Facce da Sagre

Qualche simpatica immagine dalla passata edizione