Fotogallery

FOTO: Laura Torrisi madrina della Fiera del Tartufo di Montechiaro

FOTO: Laura Torrisi madrina della Fiera del Tartufo di Montechiaro

L'attrice Laura Torrisi la più ammirata alla Fiera nazionale del tartufo. Più dei "diamanti grigi" in concorso nell'edizione numero ventotto della manifestazione che, domenica, ha richiamato un pubblico numeroso. Madrina speciale e super fotografata alla premiazione del concorso che ha visto in gara quasi tre chilogrammi di Tuber magnatum pico. Il "solitario" da 370 grammi presentato da Silvano Marchisio di Montafia ha conquistato il premio più ambito (foto Ago)
FOTO: Zucche e streghe nella notte di Halloween

FOTO: Zucche e streghe nella notte di Halloween

L'Astigiano cede al fascino della notte di Halloweene e festeggia con zucche e costumi mostruosi la festa anglosassone. Protagonisti soprattutto i bambini, che si sono dati appuntamento in provincia e in alcuni dei più suggestivi spazi museali del capoluogo (foto Ago e Pletosu)
FOTO: La Fiera del tartufo di Moncalvo incorona un biellese

FOTO: La Fiera del tartufo di Moncalvo incorona un biellese

Sei etti tondi di “trifola” valgono lo “Zappino d’argento”. A Fabio Mandola di Biella il premio più ambito assegnato domenica nella seconda ed ultima giornata della Fiera nazionale del tartufo. Un “diamante grigio” scovato non distante dalle sponde del Tanaro, a Castello d’Annone e che abbinato allo speciale riconoscimento spera di trovare un potenziale acquirente disposto a sborsare i circa 2500 euro richiesti (foto Ago)
FOTO: L'allestimento della mostra "Asti contemporanea" a Palazzo Mazzetti

FOTO: L'allestimento della mostra "Asti contemporanea" a Palazzo Mazzetti

Arriva a Palazzo Mazzetti la mostra "Asti Contemporanea" curata dall'architetto Maria Federica Chiola e dal critico d'arte Raffaella Caruso: 72 opere di 51 autori diversi esposti nelle sale secondo raggruppamenti per movimenti e correnti artistiche dal secondo Dopoguerra ad oggi. Per ogni quadro vi sarà solo il nome dell'autore e il titolo dell'opera mentre i proprietari non compariranno né in mostra né nel catalogo. (foto Pletosu)
FOTO: Crociera La Nuova Provincia, da La Spezia a Barcellona

FOTO: Crociera La Nuova Provincia, da La Spezia a Barcellona

Mentre su Asti calano i primi freddi, i crocieristi a bordo della MSC Divina si godono il sole del Mediterraneo. Dopo la partenza da La Spezia, le prime tappe del viaggio li hanno portati a Cannes, Palma de Maiorca e Barcellona. Ecco le foto del diario di bordo
FOTO: Arti e Mercanti, un tuffo nel Medioevo all'ombra della Torre Rossa

FOTO: Arti e Mercanti, un tuffo nel Medioevo all'ombra della Torre Rossa

Sabato e domenica nel tratto Ovest di corso Alfieri si è tenuta la XVI edizione di "Arti e Mercanti", organizzato da Cna. Bancarelle artigianali vendevano ai visitatori oggetti in legno, ceramica, accessori in pelle, giocattoli "del tempo", mentre lungo corso Alfieri si potevano acquistare una grande varietà di generi alimentari, tutti preparati secondo la tradizione (foto Ago)
FOTO: Il Carroccio - Simbolo delle libertà comunali

FOTO: Il Carroccio - Simbolo delle libertà comunali

Simbolo delle libertà comunali, rappresenta gli antichi carri da guerra. Sfila in coda al gruppo del Comune ed è scortato dal Capitano del Palio e dal suo seguito a cavallo, chiudendo il corteo. Al traino di tre coppie di buoi, porta le insegne cittadine, tra cui il Palio. E’ difeso da armigeri in rappresentanza dei 21 Rioni e Comuni partecipanti all’evento (foto Pletosu).
FOTO: Torretta - Il giuramento dei mestieri

FOTO: Torretta - Il giuramento dei mestieri

Ogni anno, in Asti, le associazioni dei mestieri giuravano impegnandosi al rispetto degli standard qualitativi previsti dagli Statuti comunali. Si trattava di un obbligo per i collegi dei medici, degli speziali, dei mercanti e dei cambiavalute e per le associazioni (societates) dei pellicciai, beccai, sarti, calzolai, orafi, fabbri, tessitori, tavernieri, fornai, panettieri e muratori (foto Pletosu).
FOTO: San Silvestro - Il cibo e la tavola ai tempi di Valentina Visconti

FOTO: San Silvestro - Il cibo e la tavola ai tempi di Valentina Visconti

San Silvestro, nell’anno dedicato all’EXPO e all’alimentazione, propone curiosità e aneddoti sul cibo e la tavola dei nobili del Castelvecchio e del popolo delle taverne e delle botteghe adiacenti a Porta San Gaudenzio e Porta San Michele. Un viaggio tra galateo, gusti ed eccellenze enogastronomiche che resero celebre Asti e la Corte Viscontea (foto Pletosu).
FOTO: San Martino San Rocco - Cibo e gusto: il banchetto dei nobili nel Medioevo

FOTO: San Martino San Rocco - Cibo e gusto: il banchetto dei nobili nel Medioevo

Il banchetto svolgeva un ruolo importante nella vita medievale. Se i contadini dovevano attendere il Carnevale, la Pasqua e il giorno del Santo Patrono per interrompere il rigore dell’alimentazione quotidiana, i nobili potevano invece cogliere ogni occasione familiare, militare o politica. Nei loro banchetti prevaleva la volontà di far mostra dei cibi e dei modi di nutrimento più fastosi (foto Pletosu).
FOTO: Castell'Alfero - Quadri di vita femminile in epoca medievale

FOTO: Castell'Alfero - Quadri di vita femminile in epoca medievale

Nel Medioevo la donna occupava una posizione subordinata rispetto a quella dell’uomo. Poteva contare su un’aspettativa di vita media di poco superiore ai 30 anni. Sin dalla più tenera età veniva istruita alla vita che la aspettava: il matrimonio o in alternativa il convento. Doveva attenersi a uno stile di vita irreprensibile, salvo incorrere nella pubblica riprovazione e in pene molto severe. (foto Pletosu)
FOTO: San Marzanotto - I mille volti della donna nel Medioevo: tra purezza e superstizione

FOTO: San Marzanotto - I mille volti della donna nel Medioevo: tra purezza e superstizione

In epoca medievale la donna è sempre stata considerata fragile e bisognosa di protezione. Fanciulle e dame dei ceti più elevati imparavano a essere perfette padrone di casa. Le donne delle casate astigiane erano conosciute per la loro bellezza, la ricchezza di vesti e gioielli. La popolazione rurale femminile era solita occuparsi della vita familiare e di tutto ciò che ne seguiva. (foto Pletosu)